Valeria Golino: Per Céline Sciamma ho creato una donna gelida

dida:
Codice da incorporare:
di Askanews

Cannes, 21 mag. (askanews) - Una donna cinquantenne, dura e sconfitta: è la madre in "Portrait de la jeune fille en feu" di Celine Sciamma, e Valeria Golino è a Cannes per presentare questo film per lei così difficile: una grande sfida che ha accettato per amicizia."Ho avuto qualche problema a accettare la parte perché pur avendo una grande stima per Céline Sciamma, la parte mi metteva tristezza perché è un personaggio molto malinconico, vinto dalle convenzioni dell'epoca", spiega. "Poi quando ho accettato di fare il film ho usato il disagio che avevo per creare il personaggio".Storia tutta di donne, di inibizioni e moralismo, la pellicola è in concorso al festival, uno dei quattro film in lizza per la Palma d'Oro diretti da donne. "E' chiaro che spero nel meglio che può succedere. Penso che il film meriti molto, e quindi adesso stiamo a vedere" dice Golino.Per il futuro? l'attrice italiana ha tante idee, anche una tutta nuova: "Tra le varie cose che ho in mente c'è anche una serie televisiva... Da un libro, da un celebre libro, non ti dico altro".