"Tutti uguali" nuovo singolo dei Canova scritto durante lockdown

di Askanews

Milano, 27 giu. (askanews) - Una canzone allegra e a suo modo sentimentale che celebra l'attaccamento alla vita. "Tutti uguali" è il nuovo singolo dei Canova scritto durante lockdown che Matteo Mobrici, frontman del gruppo racconta così."Tutti uguali è stata scritta durante il lockdown nata in pochissimo tempo, una di quelle canzoni che si scrivono da sole, è nata come reazione a quel tipo di situazione, la positività che emana penso sia una risposta quasi allergica a un momento di smarrimento generale".E' una canzone corale, antidoto per questo periodo di incertezza che vuole dare un messaggio semplice ma non banale in cui si parla anche della morte di George Floyd e delle ingiustizie."Il tema dell'uguaglianza per me non è scontato perchè c'è sempre bisogno di ripartire da questo concetto per discuterne e confrontarsi. Io la vedo come una canzone da fase 5 per guardare al futuro con occhi migliori e per lasciare ai posteri un mondo migliore"."Tutti uguali" parla di persone, attraverso le persone utilizzando metafore quasi fiabesche per spiegare l'uguaglianza, in un costante gioco di rimbalzi tra volti che scoprono poco a poco la loro più spontanea libertà espressiva, rompendo piccole barriere, sentendosi liberi.