Renato Zero: un mondo perfetto, è ciò che auspico dopo il Covid

di Askanews

Roma, 27 nov. (askanews) - "Ho sentito il bisogno di raccontare tutto questo percorso artistico e anche umano attraverso questi tre volumi, il materiale è talmente tanto e credo anche efficace che mi trovo in una condizione di non poter creare una sola bandiera che rappresenti tutto ciò. Ho dovuto presentare gli ingredienti di questo lavoro, credo che questo renda giustizia al mio impegno, alla passione che ci ho messo nel realizzare quest'opera". Così Renato Zero, presentando il progetto Zerosettanta, una trilogia lavorata per i 70 anni dell'artista romano."Nel volume 1 dai titoli si enuncia che c'è uno sguardo generalizzato nelle priorità di racconto, mi è interessato difendere questa melodia, riaffermare questo rapporto soprattutto con il pubblico: io non mi stancherò mai di te, sembra una dichiarazione di intenti perfetta tra me e il pubblico"."Questi 70 è un regalo magnifico che mi fa il Signore, la musica e il pubblico soprattutto. Chiudo con un mondo perfetto, ciò che mi auspico di trovare tutti all'indomani di questa pandemia".