Tiscali.it
SEGUICI

Ermal Meta feat. Jake La Furia, un incontro inaspettato e riuscito

di Askanews   
Loading...
Codice da incorporare:

Milano, 5 dic. (askanews) - Inaspettato e potente, "Male più non fare" (Columbia Records/Sony Music), è il nuovo brano di Ermal Meta feat. Jake La Furia. Diversissimi come formazione musicale, i due si sono conosciuti recentemente."Abbiamo legato e ci siamo stati subito simpatici. Mentre lavoravo a questa canzone ho subito pensato a lui, anche se apparentemente siamo molto distanti, ma la musica ha questa funzione, colmare distanze che possono sembrare elevate".

Il mondo cantautorale poetico e neorealista di Ermal incontra dunque per la prima volta una delle voci più iconiche della scena rap italiana. Ne esce un brano potente e trascinante che va dritto al senso dello stare al mondo nel modo migliore possibile. Una danza che ognuno fa a proprio modo, e che diventa allegoria della vita."C'è la libertà di vivere la propria vita come uno la intende, non facendo male agli altri, capendo dove sono i tuoi confini. Dove finisce la tua libertà, inizia quella degli altri".Un messaggio forte e positivo molto diverso dai cosiddetti cattivi maestri della trap, molto criticati in questo momento, nessuna censura, dice Ermal perché sono il frutto della società ma tiene a precisare."Provo un po' di imbarazzo perché penso che io non li canterei mai e non mi verrebbe da scriverli, ma ognuno sperimenta il mondo intorno a sé secondo la propria pelle, io determinate canzoni non le ascolto neanche".Nei prossimi mesi Ermal Meta uscirà con un nuovo album e già pensa a un tour estivo.

di Askanews   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

Musicultura, 60 artisti in gara su 1.187 candidati
Musicultura, 60 artisti in gara su 1.187 candidati
'Kina e Yuk alla scoperta del mondo', Benedetta Rossi con anima e cuore nel doppiaggio
'Kina e Yuk alla scoperta del mondo', Benedetta Rossi con anima e cuore nel doppiaggio
Ad Ascoli concerto per la pace in Ucraina con Requiem di Mozart
Ad Ascoli concerto per la pace in Ucraina con Requiem di Mozart
Biennale, no a esclusioni, non consideriamo petizioni
Biennale, no a esclusioni, non consideriamo petizioni

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...