Dopo il pop il ritorno di Matteo Macchioni alla grande lirica

Codice da incorporare:
di Askanews

Milano, 8 mag. (askanews) - La voce di Matteo Macchioni conquista il mondo. Il giovane tenore italiano, acclamato dal pubblico e dalla critica internazionali, dopo una parentesi pop ha scelto di dedicarsi solo alla lirica."Amici di Maria De Filippi è stata una bella parentesi e un'esperienza positiva, ma dopo il talent si naviga in mare aperto e dopo un'esperienza con la Sugar di Caterina Caselli, ho deciso di continuare lo studio e il perfezionamento del canto lirico ed è diventata la mia professione al 100%".Matteo Macchioni sta ottenendo un grande successo sul palcoscenico del Theater Freiburg, in Germania, interpretando Don Ottavio nel "Don Giovanni" di Mozart."Il pubblico è molto caloroso abbiamo sempre avuto il sold out in teatro e sono molto felice anche perchè sono l'unico artista italiano di tutto il cast".Matteo Macchioni si divide tra Italia e Germania e parlando dei suoi punti di riferimento musicali, non poteva mancare un riferimento a Luciano Pavarotti."Credo che per la bellezza del timbro e la genuinità del gesto vocale un grande esempio si Luciano Pavarotti, un grande cantante d'opera e le sue interpretazioni sono un punto di riferimento, seppure la mia è una vocalità di tenore lirico leggero con un repertorio leggermente diverso, ma ascolto anche le interpretazioni di Tito Schipa, Enrico Caruso, Beniamino Gigli. Sono tanti gli esempi di grandi tenori italiani che hanno fatto la storia e diventano motivo di studio e di perfezionamento".Il 10 maggio ci sarà il grande ritorno dal vivo di Matteo Macchioni in Italia con un concerto a Empoli, poi parteciperà anche alla stagione estiva del Festival di Erl in Austria cantando nel "Guillaume Tell" di Rossini.