Cuneo, 50 anni di parabola fotografica di Michele Pellegrino

Codice da incorporare:
di Askanews

Cuneo (askanews) - La città di Cuneo e la Fondazione CRC hanno voluto dedicare una mostra omaggio a Michele Pellegrino, fotografo cuneese che da 50 anni prova a raccontare delle storie attraverso l'obiettivo della macchina fotografica. A rendere possibile l'esposizione, nel complesso monumentale di San Francesco, la donazione da parte di Pellegrino di tutto il suo archivio fotografico alla Fondazione CRC."Credo che sia stata la decisione giusta - ha spiegato il fotografo - perché a un certo punto hai un patrimonio del quale non sai cosa farne, quindi sono contento della donazione. E poi sono contento di come è stata allestita la mostra, come è stato valorizzato il tutto, quindi va tutto bene, sono contento".L'esposizione è intitolata "Michele Pellegrino. Una parabola fotografica" e il curatore Enzo Biffi Gentili ha voluto sottolineare l'accezione con cui si è scelto il termine "parabola"."Abbiamo usato questo termine - ha spiegato - proprio come fosse religioso: una specie di insegnamento e una specie di opera che vuole in qualche modo significare qualcosa nel suo complesso. Questo capita raramente in fotografia, sono 50 anni di lavoro che abbiamo cercato di riordinare, vedendo un po' quale è la morale di questa storia".Una morale che guarda a un grande scrittore di queste terre, Cesare Pavese, che in qualche modo fa da guida con le sue parole alle immagini di Pellegrino, all'insegna di una ricerca che, in entrambi i casi, cerca di andare al di là del semplice realismo.La mostra nell'ex chiesa di San Francesco a Cuneo resta aperta al pubblico fino al 30 settembre.