Confindustria debutta a Venezia con il corto "Centoundici"

di Askanews

Roma, 10 set. (askanews) - Confindustria sbarca per la prima volta a Venezia con il film "Centoundici. Donne e uomini per un sogno grandioso", un cortometraggio di Luca Lucini con Alessio Boni, Cristiana Capotondi, Giorgio Colangeli, Adriano Occulto sul coraggio delle imprese di guardare avanti e sull impresa di fare cinema.Un omaggio alle centoundici persone, che hanno lavorato alla realizzazione del film: regista, sceneggiatore, attori, tutte le maestranze. Persone e famiglie travolte da quasi due anni di pandemia e per le quali il lavoro si è completamente fermato. Ma anche, centoundici, come gli anni di Confindustria.Il Presidente di Confindustria Carlo Bonomi: "Il messaggio è quello di far conoscere a tutti chi ci sta dietro la filiera del cinema, tutte quelle persone che in questo periodo, a causa del lockdown, non hanno lavorato. Confindustria ha voluto investire su questo cortometraggio per raccontare la loro storia e dare loro la possibilità di ripartire, avere un reddito". "Questo Paese ha smesso di sognare, invece noi crediamo che tutti insieme possiamo far ripartire il nostro Paese".Cristiana Capotondi: "L'idea di raccontare la storia del nostro Paese nella fase della ripartenza e della vaccinazione. Ma anche un tributo al mondo dello spettacolo, ai lavoratori del mondo dello spettacolo".Giorgio Colangeli: "Un messaggio di ottimismo, di ripartenza, si attinge alla storia - la guerra è il secondo dopoguerra - non solo ci siamo rialzati ma in Italia abbiamo vissuto il miracolo economico. Il messaggio è riproviamoci ancora. Ci si è riusciti una volta, facciamolo di nuovo".