Achille Lauron non smette di stupire, esce il nuovo album

di Askanews

Milano, 15 apr. (askanews) - Ci ha abituato a performace estreme, canzoni provocatorie e impegno sociale, Achille Lauro non smette mai di stupire e ora esce con Lauro il suo nuovo album che racconta così."L'album sicuramente si divide in due grandi sensazioni: la tempesta dell'anima tormentata e quella sensazione alla Rolls Royce, voglio una vita così, non mi piace chiamarla ego, è la ricerca di qualcosa di più. I testi sono fotografie di momenti e personalità. Non c'è una logica di mercato dietro alla costruzione delle canzoni, non devo fare il singolo estivo o la canzone d'amore. Se c'è un pensiero è solo qualcosa di spontaneo e reale".Nell'album ci sono i due singoli già usciti "Marilù" e "Solo noi". Reduce dal successo sul palco del Festival di Sanremo, racconta così quell'esperienza."Avendomi dato quello spazio avrei potuto sfruttarlo per farmi promozione, senza andare incontro a critiche rimanendo nella mia zona comfort. Invece ho pensato di costruire un vestito su Sanremo"Edonista e paladino dei diritti umani, Achille Lauro ha molte facce ma resta sempre autentico."Alle volte mi chiedono se sono cantante, performer, attore, imprenditore, pittore e io dico anche niente di tutto questo. Io sono solo uno che riesce a descrivere quello che prova e di conseguenza trova qualcuno che si sente come me".Rispetto alla situazione attuale e alla crisi del settore dello spettacolo legata alla pandemia Achille dice cosi."Mi sento un privilegiato e cerco di aiutare chi sta messo peggio. In un modo o nell'altro anche se la musica live è ferma, la musica continua e io cerco di fare tante attività nel sociale e aiutare concretamente chi ne ha bisogno".