Sanremo 2022, impazza il toto-nomi: ecco i 16 svelati da "Chi" e i più papabili per l'Ariston

Il 15 dicembre l'annuncio ufficiale, che però potrebbe essere anticipato. Tra i nomi, spiccano Emma, Elisa, Boomdabash, Rettore con Ditonellapiaga, Aka 7Even, Ariete, Giovanni Caccamo, Le Vibrazioni, Giusy Ferreri e Gianni Morandi

TiscaliNews

Impazza il toto-nomi sul cast del Festival di Sanremo a due settimane dall'annuncio ufficiale. Mentre le bocche degli addetti ai lavori sono cucite, in molti si sono cimentati in liste più o meno attendibili, nelle testate specializzate e sui social. Oggi ci ha provato anche il settimanale "Chi" che ha tentato un elenco di 16 artisti su 22 citando Emma, Elisa, Boomdabash, Rettore con Ditonellapiaga, Tecla con Alfa, Rkomi, Aka 7Even, Ariete, Orchestraccia, Giovanni Caccamo, Le Vibrazioni, Giusy Ferreri, Moro, Il Tre, Eugenio in Via di Gioia con Elio e Gianni Morandi. Ma anche in questa lista non tutti gli artisti citati potrebbero essere entrati nella rosa finale. Di nomi infatti ne sono circolati con insistenza molti altri: Ariete, Blanco, Tommaso Paradiso, Coma Cose, Margherita Vicario, Nina Zilli, Ghali, Mahmood, Pinguini Tattici Nucleari, Merlene Kuntz, The Kolors, I Ministri, Vasco Brondi, Dardust, Rocco Hunt (con Ana Mena?), i Fast Animals Slow Kids, Valentina Parisse.

Amadeus dovrebbe comunicare i 22 Big scelti dalla commissione artistica del Festival durante la diretta su Rai1 della finale di Sanremo Giovani del 15 dicembre: la serata promuoverà due cantanti direttamente nella gara di febbraio. Saranno dunque in tutto 24 gli artisti a sfidarsi per la vittoria, senza distinzioni tra Nuove Proposte e Big.

Il compito di Amadeus, con centinaia di artisti, anche molto affermati, in cerca della vetrina festivaliera anche a compensazione di un'attività live ancora ridotta a causa del Covid, non è facile. Dopo una prima scrematura, il conduttore e direttore artistico ha lavorato negli ultimi giorni", secondo quanto riportato dall'Adnkronos, su una quarantina di nomi, che ha dovuto comunque ridurre della metà. E in queste ore starebbero partendo le prime telefonate di invito, anche in vista della convocazione per l'annuncio nella serata del 15 dicembre.

Ogni previsione è a rischio smentita anche perché Amadeus ha più volte ribadito che il suo faro nelle scelte è il brano e non il nome dell'artista. E forte dell'effetto Maneskin e della buona resa nelle classifiche e soprattutto nell'airplay dei pezzi sanremesi dello scorso anno ('Musica leggerissima' e 'Chiamami col mio nome', solo per citarne due) sarà ancora più orientato a seguire il suo istinto da ex dj più che suggestioni e autocandidature. E non è escluso che l'annuncio dei 22 nomi venga anticipato rispetto al 15 dicembre.