Small Axe di McQueen miglior film per critici LA

Small Axe di McQueen miglior film per critici LA
di Ansa

(ANSA) - NEW YORK, 21 DIC - "Small Axe", la serie di Steve McQueen sul razzismo in Gran Bretagna, ha vinto il premio per il miglior film assegnato dalla Los Angeles Film Critics Association, l'influente associazione degli esperti di Hollywood che dal 2009 azzecca regolarmente l'Oscar piu' prestigioso assegnato nella "notte delle stelle". La Lafca assegna premi in 14 categorie onorando il vincitore e il suo migliore rivale. Un riconoscimento e' andato a "Martin Eden" dell'italiano Pietro Marcello, secondo classificato per il miglior film straniero dietro al russo "Beanpole". Dopo "Small Axe" il premio per il "runner-up" e' andato a "Nomadland" di Chloe Zhao e i due registi si sono poi scambiati il posto nella categoria del "Best Director". Altri premi sono andati a Carey Mulligan, miglior attrice per "Promising Young Woman", mentre un riconoscimento postumo per il miglior attore del 2020 ha reso omaggio a Chadwick Boseman per il suo ultimo ruolo in "Ma Rainey's Black Bottom". La Lafca ha dato premi alla carriera a Harry Belafonte e Hou Hsiao-Hsien mentre il grande caratterista Norman Lloyd, che in novembre ha compiuto 106 anni, ha ricevuto il primo riconoscimento "alla legacy" assegnato dall'associazione. "Small Axe" - il titolo e' un riferimento all'omonima canzone di Bob Marley - e' un quintetto di film legati tematicamente in cui il regista britannico premio Oscar nel 2014 per "12 Years a Slave" esplora il razzismo strutturale di cui sono vittima i neri nel Regno Unito. Usciti su Amazon Prime e sulla Bbc con cadenza settimanale, i cinque episodi percorrono un ventennio del nostro tempo a partire da "Mangrove", in cui McQueen rivisita il sensazionale processo del 1971 a nove attivisti neri, accusati falsamente di aver incitato alla sommossa durante una protesta contro le brutalita' della polizia a Notting Hill. (ANSA).