"Seven Beauties", a Sidney retrospettiva film di Lina Wertmuller

'Seven Beauties', a Sidney retrospettiva film di Lina Wertmuller
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 13 MAR - Sette celebri pellicole di Lina Wertmuller in sala a Sidney. A dedicare la retrospettiva ''Seven Beauties" alla grande regista è l' Istituto Italiano di Cultura della città australiana, in collaborazione con Cinema Ritz - Radwick e Cinema Reborn e con la partecipazione del Ministero dei Beni Culturali. Tutte le proiezioni, tenendo presente gli eventuali aggiornamenti legati alla pandemia, sono a ingresso libero con inizio alle 16. Si comincia Il 28 marzo con I basilischi, che verrà preceduto da un saluto della regista registrato appositamente per introdurre la rassegna. A seguire Mimì metallurgico ferito nell'onore (4 aprile); Film d'amore e d'anarchia (11 aprile); Tutto a posto, niente in ordine (18 aprile) 25 aprile - Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto (25 arprile); Pasqualino Settebellezze (2 maggio); Io speriamo che me la cavo (9 maggio). Ogni film sarà presentato da docenti universitari e studiosi di cinema. In particolare, Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto (1974) verrà introdotto da Francesco Borghesi, professore associato del Department of Italian Studies della University of Sydney, e ''Pasqualino Settebellezze'' da Giorgia Alù, professoressa associata di italiano dello stesso ateneo. "Irriverente, rivoluzionaria e impossibile da definire, Lina Wertmüller - spiegano gli organizzatori - è stata la prima donna ad essere nominata all'Oscar come miglior regista nel 1977. Femminista dichiarata e anticonformista, i suoi film prendono in esame situazioni assurde della società e le trasformano, dando vita a risultati a volte spiritosi, a volte scioccanti, ma sempre politici". (ANSA).