Serena Rutelli, dopo la mamma spunta il fratello biologico. Ma stavolta lei cede

Dopo essere stata raggiunta dalla mamma biologica (e aver rifiutato di conoscerla) la ragazza ha ricevuto la lettera del fratello, figlio come lei abbandonato e poi preso in affidamento dalla zia della sua mamma biologica

di M.E.P.

Ancora emozioni al Grande Fratello, protagonista dell'ultima puntata è stata ancora una volta Serena Rutelli, figlia adottiva di Barbara Palombelli e dell'ex sindaco di Roma, Francesco. Dopo la porta "chiusa in faccia" alla madre biologica, fattasi viva qualche settimana fa con una lettera, stavolta dal passato della ragazza è spuntato il fratello, che lei non aveva mai conosciuto e che come lei era stato dato in adozione. Barbara D’Urso ha avvisato la ragazza della nuova missiva e le ha anche fatto sapere di aver prima consultato al riguardo i suoi genitori, che si sono detti d'accordo sulla eventualità di fargliela recapitare.

Stavolta, la reazione di Serena è diversa

Quando alla ragazza è stata mostrata la foto dell’uomo con le sue due figlie, Serena si è detta subito contenta di essere zia e pronta a sentire quello che Gaetano (questo il nome del fratello ritrovato, che ha 30 anni) aveva da dirle. Anche lui, come Serena, dopo esser stato abbandonato appena nato, era stato preso in affidamento dalla loro zia dopo qualche anno. “Almeno lei ha un cuore”, ha commentato Serena. Lui sapeva di avere dei fratelli ma non che una di loro fosse Serena. “Spero di poter riunire ciò che ci è stato tolto”, ha scritto il ragazzo in chiusura, facendo commuovere fino alle lacrime la ragazza.

Prima si commuove, poi si lascia andare: "La porta è aperta"

Stavolta Serena ha deciso di lasciar parlare il suo cuore. Se alla madre biologica non aveva dato alcuna possibilità, per il fratello il discorso cambia. "Ha detto delle bellissime parole… Ero curiosa di sapere, di vedere come era fatto. Ed è stato un bellissimo messaggio, sono un sacco felice”, ha commentato, visibilmente commossa, la ragazza: “Volevo ringraziarlo per questa lettera, ha detto. Un giorno uscendo da qui vediamo se ci sarà modo di incontrarlo, anche per un caffè e una chiacchiera". E conclude: "La porta è aperta”.