Tapiro ad Ambra, l'ira di Selvaggia Lucarelli contro Striscia e Vanessa Incontrada: "Una vergogna"

"C’era una donna che non stava solo vivendo la fine di una storia, ma la stava vivendo da personaggio pubblico, con la sua intimità sbattuta sui giornali e particolari mortificanti"

Tapiro ad Ambra, l'ira di Selvaggia Lucarelli contro Striscia e Vanessa Incontrada: 'Una vergogna'
Staffelli e la consegna del Tapiro d'Oro ad Ambra
TiscaliNews

"Caro Valerio Staffelli, il tapiro è da sempre una specie di Oscar delle gaffe, dei tafferugli televisivi, di fatti di cronaca e costume su cui sorridere", ma "quello che ho visto ieri non mi è piaciuto", scrive la giornalista nel lungo post destinato all'inviato del tg satirico di Canale 5. "Ieri il tapiro consegnato vis a vis non era una sorpresa, aveva più il sapore di un agguato - scrive la Lucarelli su Facebook - C’era una donna che non stava solo vivendo la fine di una storia, ma la stava vivendo da personaggio pubblico, con la sua intimità sbattuta sui giornali e particolari mortificanti". Così Selvaggia Lucarelli ha bacchettato, giusto per usare un eufemismo, Striscia la Notizia, Valerio Staffelli e pure Vanessa Incontrada al consegna del Tapir d'Oro ad Ambra Angiolini dopo il presunto tradimento del suo compagno e allenatore della Juventus Max Allegri.

"Un tradimento, la fine di un amore sono già dolori affrontati tra le pareti di casa, figuriamoci se se ne parla anche ai semafori - affonda la giornalista - Non fa meno male, se sei famosa da quando avevi 14 anni, no. Il presentarsi sotto il posto di lavoro di questa donna con un microfono e infierire con battute da bar ('mica lui la tradisce con Dybala?'), ridacchiare, trattare la faccenda come fosse una rissa tra soubrette, ricordate che lui- il maschio alfa- le donne le tradisce con virile serialità, mi è parso davvero crudele. Per giunta, col morto ancora caldo".

La Lucarelli se la prende anche con la conduttrice del programma Vanessa Incontrada: "Quante volte ti abbiamo sentito lamentarti della crudeltà dei media, cara Vanessa. Dei media che sfruculiano la tua vita privata, che giudicano il tuo corpo. Ieri potevi tirarti fuori da questa trattazione così spietata della vicenda. Tendere una mano ad Ambra. E invece non solo grasse risate, ma già che c’eri hai pure mandato un saluto all’allenatore, come se si fosse appena usciti da una gag, anziché dal girare il coltello in una ferita aperta. Pensaci la prossima volta in cui ti lamenterai della crudeltà del sistema con le donne, perché ieri ne hai fatto parte anche tu". Infine, la Lucarelli esorta Staffelli alla prossima mossa: "E adesso, caro Valerio, attendiamo il tapiro al maschio alfa, mi raccomando. (E un mazzo di rose per Ambra, magari)".