Tiscali.it
SEGUICI

Sanremo 2024 e caos voti, accolto il ricorso del Codacons: che dati dovrà fornire la Rai

La Commissione per l'accesso ai documenti amministrativi della Presidenza del Consiglio ha dato ragione all'associazione che aveva lamentato il mancato conteggio di numerosi voti

TiscaliNews   

La finale del Festival di Sanremo 2024 era stata segnata da polemiche sul televoto, con la vittoria di Angelina Mango davanti a Geolier, il favorito del pubblico. Numerosi telespettatori avevano lamentato disservizi nel sistema di voto, con voti non registrati o messaggi di conferma mai arrivati. Nonostante il regolamento del Festival non prevedesse la pubblicazione di dettagli sul televoto, diverse voci, tra cui Striscia la Notizia e il Codacons, avevano fatto pressione sulla Rai per ottenere maggiore trasparenza.

Ebbene, dopo aver presentato un esposto, il Codacons si è visto accogliere il ricorso: la Rai dovrà fornire i dati del televoto del Festival di Sanremo 2024. Lo stabilisce la Commissione per l'accesso ai documenti amministrativi della Presidenza del Consiglio, che ha dato ragione all'associazione che aveva lamentato il mancato conteggio di numerosi voti a causa di malfunzionamenti del sistema.

Problemi tecnici e voti persi

Secondo il Codacons, durante la finale del Festival si sarebbero verificati "disservizi e problemi tecnici che avevano interessato il sistema del televoto", causando l'invalidazione di molti voti espressi dal pubblico. L'associazione, insieme all'Assoutenti, aveva quindi chiesto alla Rai di rendere pubblici i dati relativi ai voti validi, invalidi e non registrati per "tutelare i diritti dei consumatori".

Trasparenza e tutela dei consumatori

La Commissione ha accolto il ricorso, stabilendo che la Rai ha l'obbligo di fornire i dati richiesti. "La Rai dovrà consentire l'accesso" ai dati, spiega la Commissione, "poiché la richiesta rientra nell'alveo delle finalità statutarie delle associazioni, in relazione agli interessi dei consumatori che le stesse rappresentano".

Obiettivo: capire l'impatto dei disservizi

Il Codacons precisa che non si tratta di voler conoscere le singole preferenze espresse dai votanti, bensì di "sapere quanti voti siano stati invalidati o non raccolti a causa dei problemi tecnici". L'obiettivo è di fare chiarezza su quanto accaduto e di tutelare i diritti di chi non ha potuto esprimere correttamente il proprio voto.

Un passo avanti per la trasparenza

La decisione della Commissione rappresenta un passo avanti in tema di trasparenza e tutela dei diritti dei consumatori. L'accesso ai dati del televoto permetterà di fare luce su quanto accaduto durante la finale di Sanremo 2024 e di capire l'impatto dei disservizi sul risultato finale della gara.

 

TiscaliNews   
Speciale Sanremo 2024
I più recenti
Mittelfest, inaugurazione nel segno della libertà di scelta
Mittelfest, inaugurazione nel segno della libertà di scelta
Kool & the Gang portano 60 anni carriera a Bologna e Taranto
Kool & the Gang portano 60 anni carriera a Bologna e Taranto
Mimmo Cavallaro, il cantore della Calabria più vera
Mimmo Cavallaro, il cantore della Calabria più vera
Tornatore, che nostalgia i tempi di Diario di Guttuso
Tornatore, che nostalgia i tempi di Diario di Guttuso
Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...