Sanremo, Irama: io favorito? "Solo l'inizio, sono scaramantico"

Sanremo, Irama: io favorito? 'Solo l'inizio, sono scaramantico'
di Askanews

Sanremo, 6 feb. (askanews) - Canta la violenza sulle donne, tratta un argomento difficile. Lo fa con profondità, senza denunciare ma per raccontare una verità. Irama, giovanissimo sul palco di Sanremo, ha portato al Festival il brano "La ragazza con il cuore di latta". Un pezzo scritto in Salento e ispirato a una ragazza realmente conosciuta. Nella canzone è Linda, distrutta dalla violenza subita negli anni da un padre orco."E' una ragazza con il pacemaker - dice ad askanews - da qui il cuore di latta, un cuore che pompa artificialmente, una vita strappata. Penso sia una storia in cui purtroppo molte donne d'Italia e del mondo si potranno rivedere, spero però ne traggano qualcosa di positivo"."La canzone non è una denuncia, è una verità - aggiunge Irama - penso che in una canzone ci debba essere la vita vera e se qualcuno ne trarrà qualcosa di positivo allora penso che sarà una vittoria per la canzone, avrà portato del bene ed è una cosa bellissima".Lo danno per favorito, ma lui vuole restare con i piedi per terra. "E' soltanto l'inizio. Ci sono aspetti della gara importanti, è anche una competizione, ma spero di arrivare alle persone, che è la cosa pi importante, la musica è la cosa più importante. Non diciamolo, sono scaramantico", scherza.All'Ariston Irama duetterà con Noemi. "Oltre ad avere una voce soul, che si sposa perfettamente con il coro gospel, è una di quelle donne che ha preso parte a tante iniziative quindi chi meglio di lei; ha accettato di salire sul palco con me, era entusiasta, quindi canteremo insieme portando un bel messaggio".Alla domanda se prima del Festival abbia sentito Maria De Filippi, Irama - ex vincitore di 'Amici' - risponde: "Ci sentiamo come due persone che si vogliono bene, mi ha fatto un in bocca al lupo".E poi un sogno nel cassetto: "Mi piacerebbe tantissimo fare un film, non sono un attore. Mi piace molto quell'ambito, e mi piacerebbe studiare e imparare a recitare".