Tiscali.it
SEGUICI

Ovazione per Mattarella, Ferragni si mette a nudo e Blanco spacca tutto: Sanremo, è boom di ascolti

Succede di tutto nella prima serata del Festival: Benigni incanta con l'elogio della libertà, Chiara si prende la scena, Amadeus colleziona gaffe e il vincitore dell'anno scorso fa il pazzo sul palco, mentre Salmo si tuffa in piscina con tanto di microfono. Ascolti favolosi: sono stati 10 milioni 757 mila pari al 62.4% di share i telespettatori che hanno seguito su Rai1 la prima serata

Il Festival parte con un boom. Sono stati 10 milioni 757 mila pari al 62.4% di share, i telespettatori che hanno seguito ieri su Rai1 la prima serata di Sanremo 2023 (dalle 21.18 all'1.40). L'anno scorso la prima serata del festival era stata seguita in media da 10 milioni 911 mila spettatori pari al 54.7% di share. La prima parte della prima serata (dalle 21.18 alle 23.44) ha raccolto 14 milioni 170 mila spettatori pari al 61.7% di share; la seconda (dalle 23.48 all'1.40) è stata seguita da 6 milioni 296 mila pari al 64.7%. Nel 2022 la prima parte della serata d'esordio del festival aveva raccolto il 54.5% con 13 milioni 805 mila spettatori, la seconda il 55.4% con 6 milioni 412 mila

Succede di tutto. Come sempre, più di sempre: il presidente della Repubblica che si commuove, Blanco che distrugge il palco infuriato per un problema tecnico, Chiara Ferragni che si mette letteralmente a nudo, Roberto Benigni che incanta come solo lui sa fare ricordandoci quanto è preziosa la nostra libertà e Amadeus che stavolta non ne imbrocca una e sbaglia più volte i nomi dei cantanti. La prima serata del Festival è stata preceduta dai fuochi d'artificio ma stavolta si sono visti anche sul palco, dove il conduttore per una volta ha perso il suo solito aplomb rimanendo quasi senza parole davanti alla furia del vincitore della scorsa edizione che se la prendeva con i fiori. E ancora una volta è l'eterno Morandi a dare lezione di stile ai giovani leoni e a mettersi a pulire il palco con la scopa.

Inizio con il botto per il Festival. L'emozione si taglia a fette: Amadeus e Morandi aprono il Festival. Un minuto di silenzio per le vittime del sisma in Turchia e Siria. E poi l'annuncio più atteso, quello della presenza all'Ariston del presidente Mattarella con la figlia Laura. Ed eccolo il presidente affacciarsi da un palchetto dell'Ariston. Parte la standing ovation di tutto il teatro Ariston. E Gianni Morandi intona l'Inno di Mameli.

Il ciclone Benigni fa commuovere Mattarella

Travolgente Roberto Benigni che subito prende in giro Amadeus, rivolgendosi al presidente lo accusa di "un colpo di Stato": "Sono felice che lei sia qui, presidente, ma le faccio notare una cosa: lei è al secondo mandato, Amadeus al quarto e ha già prenotato il quinto, pensa di fare il sesto, il settimo. Mi chiedo: è costituzionale? Presidente bisogna fermarlo, è un colpo di stato, si è montato la testa, vuole pieni poteri, sta organizzando la marcia su Sanremo si vuole prendere tutto, è una dittatura". Poi l'artista premio Oscar inizia il suo commovente elogio alla Costituzione, la "più bella del mondo": "La Costituzione e l'arte sono la stessa cosa, perché la Costituzione è un'opera d'arte che sprigiona un'onda evocativa e rivoluzionaria. E' uno schiaffo al potere". Un omaggio alla nostra Repubblica e alla storia del Festival, nato dall'idea di un fioraio sanremese.

Poi il monologo di Benigni si focalizza su un articolo della Costituzione: "L'articolo 21 della Costituzione è il mio preferito e il più importante: il pilastro di tutte le libertà dell'uomo. Recita così: "tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero". Un linguaggio semplice che sembra scritto da un bambino, di una forza e bellezza che si rimane stupiti. Ma se l'hanno scritto ce ne era bisogno. Perché durante il ventennio non si poteva pensare liberamente. L'articolo 21 ci ha liberati dall'obbligo di avere paura. E invece tutt'oggi in Paesi molto vicini a noi gli oppositori vengono incarcerati e incatenati, solo perché mostrano il volto o i capelli, o perché ballano e cantano. Quanto è meraviglioso e straordinario che in Italia tutti abbiano diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero. Ce lo dobbiamo ricordare. La cosa migliore per il futuro è ricordarsi di avere il passato bene presente". Benigni va via tra gli apllausi e tutto l'Ariston scatta in piedi.

Chiara Ferragni, "Pensati libera"

Parte la gara a razzo con Anna Oxa, in versione biondo platino e di poche parole. Oggi si esibiscono i primi 14 cantanti in gara. A chiudere la serata, ben oltre l'una e mezza del mattino, sarà Mara Sattei. Ma il debutto più atteso stasera è quello di Chiara Ferragni. Abito lungo nero scollato, una lunga stola bianca e sulle spalle la scritta 'Pensati libera', che mostra prima di scendere la temuta scala dell'Ariston. "Pensati libera" è dedicato a tutte le donne che hanno voglia di sentirsi semplicemente loro stesse senza essere giudicate", spiegherà poi. Chiara Ferragni  fa i complimenti ad Amadeus, "è troppo accogliente, sa che sono terrorizzata", e una dichiarazione d'amore per Morandi: "Amo Gianni, sono da sempre fan delle sue canzoni". Ferragni sfoggia autoironia e parlantina: "Sono mesi che faccio le scale del mio condominio e mi esercito a presentare", dice tutto di un fiato prima di presentare Mr Rain. 

Miss 28 milioni e mezzo di followers fa diversi cambi d'abito ma quello che resterà impresso negli occhi di tutti la vede quasi nuda sul palco, davanti allo sguardo esterreffato di Amadeus e Morandi. "In realtà non sono nuda ma è un disegno del mio corpo". Poi si prende tutto l'Ariston leggendo una lettera a sé stessa bambina. A stento riesce a trattenere le lacrime: chissà quante volte deve essersi ripetuta di non piangere. Ma le sue parole ancora una volta colgono nel segno: retorica? Certamente. Ma ciò non toglie che siano tante, tantissime le ragazze e le donne che come Chiara non si sono mai "sentite abbastanza". Non poteva mancare la lezioncina sui social della regina di Instagram: Chiara apre un profilo ad Amadeus che finora ne aveva avuto soltanto uno di coppia gestito dalla moglie Giovanna e, magia, in pochi minuti i followers di @Amedeusonoio diventano 500 mila. 

Arriva anche il primo selfie presidenziale: con Amadeus, Chiara Ferragni e Gianni Morandi, ecco il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e sua figlia Laura. A scattarlo non poteva che essere l'imprenditrice digitale. 

Mengoni vola in testa, che smacco per Anna Oxa

A Sanremo ci sono anche Blanco e Mahmood, trionfatori della scorsa edizione con "Brividi". Cantano divinamente e si emozionano. Peccato che poi Blanco rovinerà tutto con la sua sfuriata sul palco. La gara va avanti con Marco Mengoni che fa una perfomance eccezionale e infatti quando a tarda notte arriverà la classifica sarà al primo posto. Alle sue spalle Elodie, Coma_Cose, Ultimo, Leo Gassmann, Mara Sattei, Colla Zio, Cugini di Campagna, Mr. Rain, Gianluca Grignani, Ariete, gIANMARIA, Olly. Fanalino di coda Anna Oxa.

Amadeus colleziona qualche gaffe clamorosa come quando scambia  GianMaria per Sangiovanni o Blanco per Salmo, ma mantiene la promessa di far esibire i vecchi leoni della musica italiana. E quando sul palco arrivano i Pooh tutti cantano e ballano il loro medley di successi, "Pensiero", "Piccola Katy", "Chi fermerà la musica". Tra gli ospiti anche Piero Pelù e Salmo che si tuffa nella piscina della Costa Smeralda con tanto di microfono. Si chiude con Fiorello, stufo di aspettare la linea per il debutto di "Viva Rai2 Viva Sanremo": Accanto a sé ha le sagome di Amadeus e Morandi: "Che al momento sono le più sveglie di tutti".

 

 

Cinzia Marongiudi Cinzia Marongiu, inviata a Sanremo   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

Amadeus dopo cinque anni da record di ascolti saluta Sanremo (Ansa)
Amadeus dopo cinque anni da record di ascolti saluta Sanremo (Ansa)
Sanremo, polemiche sul voto: la vittoria contestata e la classifica alternativa. Che vede in testa la Bertè
Sanremo, polemiche sul voto: la vittoria contestata e la classifica alternativa. Che vede in testa la Bertè
Sala stampa sotto accusa: un avvocato di Napoli contro i giornalisti: Il loro voto fa discriminazione
Sala stampa sotto accusa: un avvocato di Napoli contro i giornalisti: Il loro voto fa discriminazione
Angelina Mango e Geolier zittiscono veleni, sospetti e polemiche. La lezione di due ventenni agli adulti
Angelina Mango e Geolier zittiscono veleni, sospetti e polemiche. La lezione di due ventenni agli adulti

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...