Ricchi e Poveri a Sanremo "La prima cosa è l'amicizia"

Ricchi e Poveri a Sanremo 'La prima cosa è l'amicizia'
di Ansa

(ANSA) - SANREMO, 05 FEB - 'La prima cosa bella' oggi è solo una: "l'amicizia". Lo dicono all'unisono i Ricchi e Poveri, a Sanremo per festeggiare i 50 anni della hit portata al successo con Nicola Di Bari. L'entusiasmo per l'inaspettata ReuniON del quartetto è tangibile sin dal loro arrivo in sala stampa. Angela Brambati, Marina Occhiena, Angelo Sotgiu e Franco Gatti sono sempre rimasti nell'immaginario collettivo la brunetta, la bionda, il biondo e il baffo dei Ricchi e Poveri. A 39 anni dall'uscita di Marina dal gruppo, eccoli di nuovo tutti al festival, dove presentano anche il nuovo singolo, 'L'ultimo amore', cover di 'Everlasting love (anno 1968)', in una nuova versione inedita. Ad orchestrare l'operazione ReuniON, che prevede un doppio album e un grande progetto live, è stato il manager Danilo Mancuso con la complicità di Gessica Giglio che ha gestito la riservatezza della notizia fino al giorno dell'annuncio ufficiale. "Ho parlato con ciascuno di loro - racconta Mancuso - e, non molti mesi fa, ci siamo ritrovati un pomeriggio a casa di Angelo. E' stato incredibile come, dopo poco, si siano ritrovati a cantare sul divano come se il tempo non fosse mai passato". Sanremo rappresenta tanto per ciascuno dei Ricchi e Poveri, nel bene e nel male. Era il 1981 quando Marina lasciò il gruppo. I giornali scrissero che aveva "rubato il marito" alla mora e il gossip prese il sopravvento su tutto. Sempre mentre erano a Sanremo, nel 2013, per ritirare un Premio alla carriera, Franco fu raggiunto dalla terribile notizia del ritrovamento del corpo senza vita del figlio Alessio, un dolore che lo convinse a ritirarsi dalle scene. Ricordando Fabrizio De Andrè, Franco Califano ed Edoardo Vianello, che per primi li presero sotto la loro ala (il Califfo ideò il nome Ricchi e Poveri), i quattro amici ritrovati fanno pace con il loro passato..(ANSA).