"Penso che un giorno così", Beppe Fiorello si racconta su Rai1

'Penso che un giorno così', Beppe Fiorello si racconta su Rai1
di Askanews

Roma, 8 gen. (askanews) - Giuseppe Fiorello porta in tv il suo viaggio attraverso la vita con "Penso che un giorno così", adattamento televisivo dello spettacolo teatrale "Penso che un sogno così", in onda lunedì 11 gennaio alle 21.25 su Rai1. I ricordi della propria infanzia, della famiglia, soprattutto quelli legati al padre che in scena sarà impersonato per un breve passaggio dal fratello Rosario, si fondono con le canzoni di Modugno. Questi due uomini, che sono state figure fondamentali nel percorso di Beppe Fiorello, a tratti si sovrappongono, mentre si sviluppa un racconto più universale, che parte dal Sud e attraversa l'Italia intera, tocca temi come la famiglia, il lavoro, il progresso, tra vicende buffe e vicende più dolorose. "E' il racconto di una famiglia, semplice, normale, molto unita: un testo che mi è venuto di getto, nostalgico, commovente ma anche divertente" ha spiegato Beppe Fiorello.Lo spettacolo ha la colonna sonora di Modugno, molto amato dal padre dell'attore, ed è dedicato a due donne: Sara e Franca, ovvero la madre di Fiorello e la moglie del grande interprete di "Volare". "In Modugno c'era nostro papà, nel carisma, negli occhi vivi, pieni di speranza, di voglia di vivere ed emergere" ha affermato l'attore, che ha rivelato: "Io da bambino ero molto timido, e osservavo questa famiglia di pazzi in cui erano tutti molto estrosi, simpatici, ma anche nella gente intorno a noi c'era grande spensieratezza e gioia di vivere".In "Penso che un giorno così" Fiorello invita i protagonisti della sua vita ad uscire dalla memoria e li porta in scena. Sul palco con lui nello spettacolo diretto da Duccio Forzano si alterneranno Eleonora Abbagnato, Pierfrancesco Favino, Paola Turci, Serena Rossi, Francesca Chillemi e Rosario Fiorello, che diventeranno parte integrante della narrazione. "A Rosario ho chiesto di fare qualcosa che non aveva mai fatto e raramente l'ho visto così in tv" ha spiegato l'attore.Fiorello sogna comunque di riprendere presto i suoi spettacoli dal vivo: "In questo momento siamo tutti bloccati, in attesa che la vita riprenda, spaventati, incuriositi. Io sono molto legato alla narrazione dal vivo, vorrei tornare a volare sul pubblico, che ci manca moltissimo". Intanto sia il direttore di Rai1 Stefano Coletta che il vicedirettore Claudio Fasulo sognano Beppe Fiorello alla conduzione di un programma, proprio per la sua capacità di recitare, intrattenere, narrare, con tanti registri diversi. A questo proposito il diretto interessato ha affermato: "Ci stimiamo molto, abbiamo capito che potremmo fare delle cose insieme, ma io devo trovare una storia da raccontare. Potrei provare a farlo, ma sempre all'interno di una narrazione" ha detto Beppe Fiorello.