Michelle Hunziker, da trapper a "truzza": "Che brutta sensazione a casa Trussardi"

di M.E.P.

A volte le apparenze ingannano. Che Michelle Hunziker possa sentirsi fuori luogo in qualche contesto sembra infatti impossibile. Eppure, la svizzera più amata d’Italia che recentemente abbiamo visto a proprio agio anche nei panni di una “trapper“ queen scatenata (il suo video "Michkere" in collaborazione con J-Ax è già un successo) in passato si è sentita esattamente così: semplicemente inadeguata.

Una 'pecora nera' a casa Trussardi

La cosa buffa è che tale senso di inadeguatezza Michelle l’abbia provato a casa di quello che sarebbe diventato suo marito ovvero Tommaso Trussardi, sposato nel 2014 e con quale ha messo al mondo due figlie, Sole e Celeste. Con fare ironico, quasi che all’epoca avesse pensato che  “in ogni famiglia che si rispetti in fondo c’è sempre una pecora nera”, ecco che Michelle Hunziker ha raccontato al settimanale “Chi” quelle sensazioni per lei del tutto nuove, che l’hanno portata ad autodefinirsi “una truzza”. Ebbene sì. 

"Mi sentivo una truzza, un pesce fuor d'acqua"

“Sono una famiglia storica, discreta, molto chic, spiega Michelle al settimanale diretto da Alfonso Signorini. Io mi sentivo un pesce fuor d'acqua. Ho delle brave stylist e a quarant'anni mi so anche un po' vestire, ma sono anche un po' truzza, parecchio truzza. Chi mi conosce sa bene che, se non mi controlli, io vado in giro con i camperos. Non sapevo neanche dove mettermi, non ho quel retaggio lì”. Insomma, alla povera Michelle è bastato trovarsi al cospetto di una delle famiglie più blasonate d’Italia per vedere crollare a picco l’autostima conquistata in tanti anni. Quindi è proprio vero: a volte l’apparenza inganna.