Miss Italia si difende: "Quelle foto sono rubate". E Manila Nazzaro affonda il colpo

Carlotta Maggiorana potrebbe perdere il titolo a causa di alcuni scatti trovati sul web. Ma lei cerca di difendersi come può. Intanto, arrivano le critiche di una ex

TiscaliNews

Rischia il titolo faticosamente guadagnato. Forse sì, o forse no. Certo è che la nuova Miss Italia, Carlotta Maggiorana, eletta il 17 settembre scorso, non ha nessuna intenzione di concedere vita facile ai suoi detrattori e a chi sostiene che a causa di alcune foto osè trovate sul web non abbia più diritto di indossare quella corona tanto prestigiosa.

Miss Italia si difende: "Sono foto rubate"

Soprattutto, nel difendersi, Carlotta sembra sicura del fatto suo - “Quelle foto sono state scattate durante un servizio fotografico – ha spiegato la 26enne guardando le immagini -. Davanti avevo una palma. Dietro niente. Sono foto rubate – ha più volte ribadito. Non ho mai autorizzato nessuno”. La nuova Miss Italia ha poi ricordato le sue esperienze televisive e nel mondo delle fiction. “Ho lavorato con Bonolis in “Avanti un altro” nella prima edizione – ha detto -; a “Paperissima” con Gerry Scotti. E Ancora in “Onore e rispetto, “Superbike”. Sono anche la prima Miss sposata. Comunque – ha concluso sicura - la corona è qui e la tengo ben stretta”.

Mirigliani: "Non ci sono elementi per una squalifica"

In suo soccorso arriva anche Patrizia Mirigliani, patron dello storico concorso. “Al momento – ha spiegato ai media la Merigliani – non ci sono gli elementi per una squalifica. C’è una commissione di garanzia che si sta occupando della questione. E’ vero sono uscite delle foto ma risalgono a un backstage di un servizio che ha fatto per una pubblicità. Stiamo ancora aspettando di avere altri elementi e poi decideremo martedì (oggi 25 settembre, ndr) il da farsi. Il compito spetterà a commissione di garanzia che abbiamo istituito formata da avvocati che hanno strutturato il regolamento di Miss Italia”. 

La frecciata di Manila Nazzaro

Del tutto a sorpresa giunge invece la pugnalata di un’altra Miss Italia, Manila Nazzaro, eletta più bella d’Italia nel. L’ex reginetta di bellezza, che ora lavora in radio come conduttrice a Radio Zeta, azzarda un confronto tra le ragazze delle passate edizioni e quelle degli ultimi anni e punzecchia: "Noi eravamo ragazze acqua e sapone, disincantate e anche un po' ingenue, mentre oggi sono più mature e hanno già fatto dei ritocchi al proprio corpo, labbra rifatte e ciglia finte". E parla anche di regole. Al tempo decisamente più severe. "A noi – spiega - consentivano solo il mascara e il lucido trasparente". Per non parlare della chirurgia estetica. “La nostra era una bellezza naturale […] dispiace vedere concorrenti di 20 anni che già hanno conosciuto il chirurgo estetico”.