Tiscali.it
SEGUICI

Lite tra Caterina Balivo e Milo Infante: "Mai successo prima, ora mi metto a cucinare"

Scontro tra i due conduttori della stessa fascia oraria. Che cosa è successo

TiscaliNews   

La Rai è ancora scossa da polemiche e scontri interni. Dopo l'addio di Amadeus, un nuovo fronte si apre tra il giornalista Milo Infante e la conduttrice Caterina Balivo. I due volti noti del piccolo schermo si sono trovati a "competere" per lo stesso argomento di cronaca nera, il caso della strage di Erba, scatenando una vera e propria battaglia di accuse reciproche.

Lo scontro sulla sovrapposizione

Tutto è accaduto martedì 16 aprile, quando entrambi i conduttori hanno trattato il caso di Olindo Romano e Rosa Bazzi nelle rispettive trasmissioni: "La Volta Buona" di Balivo su Rai1 e "Ore 14" di Infante su Rai2. Quest'ultimo, vedendosi anticipato, ha deciso di stravolgere i piani e dedicare spazio ad un altro tema. Il giorno dopo, Infante ha duramente criticato la scelta di Balivo, definendola "un effetto tragicomico" e sottolineando che "mai è accaduto che due programmi si occupassero contemporaneamente dello stesso tema con gli inviati sul posto".

Infante contro Balivo e Bortone

Lo scontro non si è placato qui. Infante ha espresso la sua insoddisfazione nei confronti di Balivo, accusandola di aver snaturato il format de "La Volta Buona", nato come programma di intrattenimento e ora virato verso la cronaca nera, terreno che lui rivendica come suo. "Per anni con Serena Bortone non c'è stata mai sovrapposizione", ha dichiarato Infante, lamentando la mancanza di coordinamento e facendo riferimento ad un'ipotetica scorrettezza da parte di Balivo. "Ore14 si occupa di cronaca, noi non regaliamo soldi, non facciamo interviste sui divani, non ci abbracciamo tra noi. Non è alleggerimento, se non faccio la cronaca non posso fare altro". E attacca: "Se chiunque può fare quello che vuole, allora va bene. Io domani metto una cucina in studio e mi metto a cucinare, ma vuol dire che non c’è più coordinamento". Poi dice di aver scritto ai direttori Corsini e Coletta affermando che "questa cosa non si è mai vista ed è sbagliata, ma se le cose sono cambiate basta che me lo dicano".

Lei incassa il colpo senza replicare

Caterina Balivo, per ora, ha scelto di non replicare alle accuse di Infante. Il suo silenzio lascia spazio a diverse interpretazioni. Alcuni vedono in questo atteggiamento una strategia per non alimentare ulteriormente la polemica, mentre altri ipotizzano che la conduttrice stia valutando come rispondere alle dure parole del collega.

Un futuro incerto per i programmi Rai?

Lo scontro tra Infante e Balivo è solo l'ultimo tassello di un mosaico disordinato che dipinge un quadro preoccupante per la Rai. La mancanza di coesione e la sovrapposizione di temi tra programmi diversi mettono in discussione l'efficacia della programmazione e la professionalità dei conduttori coinvolti. La dirigenza Rai è chiamata ora ad intervenire per tutelare l'immagine dell'azienda, rischiando di perdere credibilità agli occhi del pubblico.

TiscaliNews   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

A Cannes Caught by the tides, 23 anni di Cina secondo Jia Zhang-Ke
A Cannes Caught by the tides, 23 anni di Cina secondo Jia Zhang-Ke
Cannes, nella mente di Putin con l'IA
Cannes, nella mente di Putin con l'IA
Vaccarello, con il cinema Saint Laurent resta nel tempo
Vaccarello, con il cinema Saint Laurent resta nel tempo
Richard Gere, in 'Oh, Canada' che paura vedersi vecchio
Richard Gere, in 'Oh, Canada' che paura vedersi vecchio

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...