Lady D, le nuove rivelazioni: "Il mio matrimonio, un inferno. E Carlo non dovrebbe mai diventare re"

Il documentario "Diana: The Truth Behind the Interview" svela le dichiarazioni della principessa scomparsa, tenute riservate per 25 anni

Un'intensa espressione di Lady Diana Spencer. A destra, il principe Carlo ai tempi del loro matrimonio
Un'intensa espressione di Lady Diana Spencer. A destra, il principe Carlo ai tempi del loro matrimonio
TiscaliNews

Il mito della principessa col viso di cristallo e i grandi occhi blu, la principessa incantevole, triste e ribelle che è sempre stata una spina nel fianco della Corona britannica. Fino alla sua tragica morte nel 1997. Aveva 36 anni. Un mito che non fa che aumentare anno dopo anno, e che ora rivive in tutto il suo spirito polemico e forse un po' ingenuo nel documentario Diana: The Truth Behind the Interview, in cui si torna sull'intervista concessa a Max Hastings, allora caporedattore del Daily Telegraph. Dettagli tenuti riservati per 25 anni, e ora completamente svelati.

Storia di un odio

Tornando su quelle ore di intervista, Hastings descrive quanto amareggiata e piena di rancore fosse Lady D nei confronti del principe Carlo: "Felicità? No, il matrimonio è stato un inferno fin dal primo giorno". Nessuna stima per le capacità di regnante e di politico dell'allora coniuge: "Mi disse in modo abbastanza esplicito: 'Non credo che Carlo sia in grado di fare il re”. Voleva che il marito si facesse da parte lasciando la corona al figlio maggiore'". Per Diana era fondamentale che Carlo, in un modo o nell'altro, si facesse da parte e lasciasse la corona al figlio maggiore William. Ripeteva: "Non credo che Carlo sia in grado di fare il re".

Il timore di essere al centro di una cospirazione

Ed era insospettita e spaventata dalle probabilità di una cospirazione per farle del male. Hastings nel documentario ricorda: "Credeva in quel genere di cose. Ero davvero dispiaciuto per la sua vulnerabilità". E descriveva come "un po' troppo affollato" un matrimonio segnato dai reciproci amanti e tradimenti, definito in seguito dallo stesso Carlo d'Inghilterra "un enorme errore". Diana moriva il 31 agosto 1997 Diana, a 36 anni, un mese e 29 giorni, vittima di un incidente automobilistico nel tunnel del Pont de l'Alma a Parigi, insieme con il suo compagno Dodi Al-Fayed, quando la loro Mercedes, guidata dall'autista Henri Paul, in corsa per cercare di sottrarsi all'inseguimento dei paparazzi motorizzati, si schiantò contro il tredicesimo pilastro della galleria". A 23 anni dalla scomparsa sono ancora molte le ipotesi su un omicidio organizzato per levarsi di torno la scomoda principessa.