"L'incidente che mi ha cambiato la vita": la rinascita di Sydne Rome, da bellissima anni 70 a Don Matteo

Per anni simbolo di bellezza e simpatia sui set internazionali, poi l'impatto nel 2009 e l'esplosione dannosa dell'airbag. Storia di una coraggiosa risalita

Sydne Rome durante il recupero dall'incidente. A sinistra, un ritratto da giovane (da Listal)
Sydne Rome durante il recupero dall'incidente. A sinistra, un ritratto da giovane (da Listal)

Per anni è stata, a suo modo, qualcuno di unico. Un misto di bellezza, ironia e comicità fino al limite del surreale. Grandi occhi azzurri, chioma bionda, il fisico ammirato di chi sa come sgusciare fra un genere e l'altro. Spesso con grande successo. Sydne Rome, l'americana naturalizzata italiana, ha visto la sua vita cambiare tre volte. La prima ancora giovanissima, quando il talento e l'avvenenza fecero partire a razzo la sua carriera nello spettacolo. La seconda volta quando un dispositivo che le doveva salvare la vita ha gravemente deturpato il suo viso. La terza quando, passo dopo passo, si è ripresa vita e carriera andando oltre l'infortunio.

Sydne Rome oggi

La "scheggia" bionda che piaceva a tutti

Aveva solo 17 anni Sydne Rome quando esordiva come attrice in Alcune ragazze lo fanno, di Ralph Thomas. Fu il decollo, e un percorso vissuto a trecento all'ora fra cinema d'autore (Il mostro, di Luigi Zampa, Che? di Roman Polanski, Messico in fiamme di Bondarciuk e Pazzi borghesi di Claude Chabrol) e film di genere e di cassetta. Fra i quali La sculacciata e 40 gradi all'ombra del lenzuolo. Parallelamente l'americana dell'Ohio naturalizzata italiana, avviava il suo percorso di cantante e quello televisivo, a partire da L'eroe, del 1976. Aveva tutto, Sydne Rome, capace di muoversi con pari agio fra i set in Italia, Germania, Francia e Gran Bretagna. Poi l'incidente che sembrava aver distrutto la sua vita.

Le immagini di una carriera

Il viso segnato dall'airbag

Era il 2009 quando Sydne Rome entrava in un'auto che non usava da un po', all'Argentario. Si accorse subito dopo di un problema ai freni, e per il timore di finire addosso alle altre auto, finì contro un albero, fuori strada, provocando l'esplosione dell'airbag. Come lei stessa ha raccontato, intervistata a Vieni da me: "Mi si è aperta la faccia. Sono andata in ospedale e mi hanno ricucito l'esterno della pelle ma non si sono accorti che c’erano i muscoli facciali aperti e dopo un po' di tempo quella parte della faccia si è paralizzata". E' stato l'inizio di una dura risalita verso la normalità, incoraggiata anche dal secondo marito dell'attrice, quell'Ettore Bernabei che è medico personale di papa Francesco. "La mia faccia era veramente caduta e mio marito mi spinse a fare qualcosa - raccontato ancora la Rome - Dopo tanta fisioterapia, dopo 10 anni, oggi sono un po’ meglio, ma faccio fatica a riconoscere il mio volto negli scatti a causa del cambiamento subito dopo l’incidente". Il recupero prosegue e Sydne Rome, intanto, ha scelto di non fermarsi come attrice. Molte le produzioni a cui ha continuato a partecipare, dagli ultimi film di Avati fino al cast di Don Matteo, dove interpreta Susi Dallara, la preside amica personale del prete che risolve gialli intricati. La rivedremo ancora in quel ruolo. E' il suo terzo tempo