La vita a due binari di Imma Pirone: da "Un posto al sole" alla pulizia delle scale

La giovane attrice ha raccontato il suo lavoro con la mamma al quotidiano ‘Il Mattino‘, spiegando come le dia grande soddisfazione aiutarla

di M.E.P.

Chi l'ammira in tv, nella soap opera "Un poste al sole", dove veste i panni di Clara, la bella cameriera che seduce Alberto Palladini non sa chi è veramente Imma Pirone nella sua vita reale. Soprattutto non sa che lei, pur di aiutare la sua famiglia, dopo la prematura scomparsa del padre, non guarda in faccia nessuno e svestendo con grande dignità i suoi panni più celebri acchiappa il primo grembiule che le capita a tiro e va a pulire le scale dei condomini della zona in cui abita (lei è di Torre del Greco, vicino Napoli) con la piccola ditta di pulizie della mamma. Una vita a metà insomma, dove è il sacrificio a dettare legge, ma anche la voglia di coltivare un sogno: quello della recitazione.

Sette figli."Ci hanno insegnato a non mollare"

A parlare della doppia vita della bellissima Imma Pirone, 32 anni, è il quotidiano "Il Mattino" che riporta le parole dell'attrice intervistata nei giorni scorsi. "Siamo sette figli – ha raccontato – sei ragazze e un ragazzo. Abbiamo sempre vissuto in povertà ma con dignità. Mio padre e mia madre, pulendo le scale nei condomini, hanno portato avanti la famiglia. Con fatica, chiaramente. Ma ci hanno insegnato a non mollare. Quando mio padre si è ammalato e poi è mancato, nove anni fa, ci siamo messi tutti insieme ad aiutare".

Nella serata finale di Miss Italia muore il papà

Da ragazzina Imma aveva studiato danza classica, disciplina che aveva poi abbandonato perché i genitori non potevano permettersi di pagarle la retta. Senza darsi per vinta e con la determinazione di chi vuole riuscire a tutti i costi, si è comunque fatta strada e dopo il diploma ha iniziato a lavorare come modella. Arriva quindi alla finale di Miss Italia nel 2010, ma il bel risultato coincide con un grande dolore. Proprio prima che iniziasse la serata nella quale si arebbe decretata la vincitrice, suo papà muore. Un colpo fortissimo per lei, ma anche il riaffacciarsi delle difficoltà. 

E' l'ora di rimboccarsi le maniche

E proprio dopo la morte del papà che Imma decide che la passione per la recitazione non può escludere il resto, soprattutto se c'è in ballo la salute di sua madre. "È una piccola impresa di pulizie – dice – a conduzione familiare. Con la morte di mio padre, la manda avanti solo mia madre, che però si affatica molto. È un lavoro duro. Io non ce la faccio a vederla così stanca, soprattutto man mano che passano gli anni, e ogni volta che posso vado con lei nei condomini e la aiuto a pulire. Non mi vergogno. Anzi, lo faccio a testa alta. È un lavoro umile e dignitoso".

Due vite parallele. Con dignità

Il resto è cosa nota, per Imma Pirone arrivano le prime opportunità nel mondo dello spettacolo culminate nell'occasione di lavorare nella fiction "Un posto al sole", alla quale deve la sua celebrità. Parallelamente continua a vivere anche l'altra vita, quella di una ragazza come tante che non tira in dietro davanti al sacrificio, e va a pulire le scale nei condomini.  E capita spesso che venga riconosciuta. Ma lei certo non si vergogna. "Ho tanti sogni ma la testa è ben salda sulla testa. Sogno il cinema, la recitazione, sono pronta a qualunque sacrificio ma la mia famiglia non la mollo". Chapeau