Doc2, Gianmarco Saurino: "Vi spiego perché hanno fatto morire Lorenzo. Ma non finisce qui"

Che cosa c'è dietro la morte dell'amato medico di Doc, Lorenzo Lazzarini? Solo questioni di sceneggiatura o altro? Che cosa ha detto l'attore che lo interpreta

Nonostante il travolgente successo di Doc 2, il medical drama con Luca Argentero, i fan di Gianmarco Saurino, il dottor Lorenzo Lazzarini della fiction, non si danno pace dacché il loro beniamino non c'è più. E di fatto, nonostante la fiction continui, appunto, a macinare numeri di gradimento pazzeschi (si viaggia sul 30% di share a puntata), quel dottorino sempre allegro, che stava per diventare papà e far cambiare finalmente prospettiva di vita a Giulia (Matilde Gioli) manca tantissimo a tutti. Un autentico shock quello vissuto dai telespettatori che già dal primo episodio hanno assistito alla morte prematura del personaggio, quel paziente "zero" si è detto, morto di Covid per rendere omaggio a tanti colleghi che la vita l'hanno persa davvero nella vita reale.

Il Covid entra nella fiction, il lieto fine stavolta non c'è

Non è stata una morte qualunque. Quella di Lorenzo resterà nelle memorie televisive come il primo decesso di un protagonista di una serie tv per Covid-19. Non un caso dato che è durante l’andata in onda della prima stagione di Doc – Nelle tue mani, ovvero nel febbraio 2020 che l’Italia e il mondo intero iniziavano a fare i conti con la pandemia con cui ancora oggi combattiamo. E così come "Doc" non poteva non farla entrare nel reparto del Policlinico Ambrosiano di Milano, si è scelto anche di sacrificare uno dei suoi protagonisti di punta per renderla ancora più realistica. Non è detto che parte del suo successo sia legato proprio al fatto che pur essendo una fiction, non offre il classico lieto fine.

Perché si è scelto di far morire Lorenzo. La riposta di Saurino

Tornando alla inattesa dipartita di Lorenzo Lazzarini, già amatissimo dai tempi di "Che Dio ci aiuti", in tanti da quando la fiction lo ha fatto morire si sono chiesti "come mai si è dovuto sacrificare proprio lui" e non un medico x, che avrebbe reso comunque il giusto omaggio ai medici scomparsi per il Covid senza stravolgere il copione e soprattutto senza lasciare "orfani" così tanti telespettatori. E la risposta è arrivata. Premesso che la decisione di “liberarsi” di un personaggio amato come quello interpretato da Lorenzo non poteva essere solo legata a questioni di sceneggiatura, è stato lo stesso Saurino a spiegare come sono andate le cose in una recente intervista al Corriere della Sera. "C’è stata una comunione di intenti tra me e la produzione di Doc", ha spiegato. "Dopo tanti anni di lavoro nella serie di LuxVide e della Rai, a cui devo tutto, avevo voglia di iniziare un percorso diverso. Penso al cinema, soprattutto. Dopodiché è una scommessa sia per me che per loro, che hanno scelto di togliere uno dei personaggi principali in questo modo. Me ne vado come Lippi dopo che l’Italia vinse i Mondiali". 

Poi quell'indizio: "Rivedremo ancora Lorenzo"

Se è stata, così pare, una scelta condivisa, resta il fatto che l'attore, in una intervista a Fanpage ha svelato che nonostante sapesse della sua uscita di scena, ha scoperto come sarebbe morto Lorenzo solo leggendo il copione. Capitolo chiuso, dunque? Non proprio. Perlomeno, pare che nell'aria ci sia una gradita sorpresa per gli orfani di "Lorenzo". Ad anticiparlo è lui stesso, con un indizio intrigante. "Non finirà così, annuncia. Rivedremo Lorenzo Lazzarini. Arriveremo a un episodio preciso in cui si parlerà completamente di Covid e assisteremo alla morte di Lorenzo. Sappiamo che è morto di Covid, ma scopriremo come". E allora sapremo anche perché il mitico dottor Fanti, "Doc", ogni tanto ha quel brutto flashback in cui sembra che qualcuno abbia deliberatamente scelto di farlo soffocare, fino a farlo morire.