Tiscali.it
SEGUICI

Fiorello ricorda Maurizio Costanzo e fatica a cantare “Se telefonando”. La dedica struggente

Lo showman ha voluto dedicare l'anteprima di Viva Rai2 al giornalista scomparso: "Voglio fare la puntata più divertente per te"

TiscaliNews   
Loading...
Codice da incorporare:

Un omaggio, commosso, sulle note di Se telefonando, a Maurizio CostanzoFiorello ha voluto dedicare l'anteprima di Viva Rai2 al giornalista scomparso venerdì scorso a 84 anni, nel giorno dei funerali solenni. Da solo, per strada, alle prime luci dell'alba, Fiorello si è rivolto direttamente al giornalista

"Mi hai cambiato la vita, ciao Maurizio"

"Ciao Maurizio, sai che sono tre giorni da quando te ne sei andato che penso a questo momento, che penso a cosa dire di te, senza essere banale, ridondante o non so.. sono tre giorni che parlano di te, stanno dicendo delle cose meravigliose su di te, sul grande uomo che eri, di come hai rivoluzionato il mondo della televisione e di come hai cambiato la vita a tante persone che fanno questo mestiere, me per primo. E quindi volevo cercare anche di essere divertente, perché conoscendoti so quanto ti piaceva ridere. E noi ci siamo divertiti. Abbiamo fatto di tutto - ha ricordato sorridendo - abbiamo fatto i The Blues Brothers, ti ho fatto fare Portos dei Quattro Moschettieri, abbiamo ballato il cha cha cha, hai suonato il sassofono per finta; ne abbiamo fatte di cose divertenti. Ridevamo di cose che per altri non volevano dire niente, ma noi ridevamo di cose assurde. E ora sono qua per fare uno show, e oggi voglio fare la puntata più divertente di tutte, in tuo onore".

"E poi un giorno mi hai detto "Mo' hai rotto i coglioni"

"Voglio omaggiarti cantando, ovviamente la tua canzone più celebre, 'Se telefonando' che in questi giorni hanno cantato in mille modi. Però ti ricordi come ti dicevo? 'Le cose come non le so fare io, non le sa fare nessuno'. La canterò, con il maestro Cremonesi, per te, per Maria, per i tuoi figli, Gabriele, Camilla, Saverio; per dirti 'Grazie Signor Costanzo'. Ti ricordi che ti chiamavo così? E poi un giorno mi hai detto "Mo' hai rotto i coglioni con questo signor Costanzo, chiamami Maurizio". Ciao Maurizio., grazie di tutto", ha concluso Fiorello, prima di intonare - con gli occhi lucidi - il celebre brano che Costanzo scrisse per Mina nel 1966.

TiscaliNews   
Speciale Sanremo 2024

I più recenti

I 50 anni del museo del vino di Torgiano
I 50 anni del museo del vino di Torgiano
'Rose di Persia', il cinema che racconta l'Iran contemporaneo
'Rose di Persia', il cinema che racconta l'Iran contemporaneo
Concerto evento Webuild a Piazza Navona per restauro Cripta Sant'Agnese
Concerto evento Webuild a Piazza Navona per restauro Cripta Sant'Agnese
Ascolti tv, 'Il Clandestino' su Rai1 vince il prime time
Ascolti tv, 'Il Clandestino' su Rai1 vince il prime time

Le Rubriche

Andrea Giordano

Docente universitario, dopo 8 anni allo Ied Como, oggi insegna Cinematografia...

Emanuele Bigi

È cresciuto con la passione per il cinema che non lo ha mai mollato. È autore...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Maria Elena Pistuddi

Nata a Roma nel 1970, si è laureata in Scienze Politiche nel 1994. Dopo...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...