Anna Falchi: "Io e Fiorello facevamo tremare i muri? La verità è un'altra"

Ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, la showgirl smentisce la voce che accompagna da anni la sua precedente presenza sanremese

Codice da incorporare:
di redazione tiscali

"Se è vero che nel 1995, a Sanremo, quando io e Fiorello eravamo fidanzati, facevamo quasi 'tremare' i muri degli alberghi per le nostre notti di passione? “No, non è assolutamente vero, questa leggenda nasce per colpa di Loredana Berté: ci prendeva a calci la porta”. Ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Anna Falchi oggi ha smentito la voce che accompagna da anni la sua precedente presenza sanremese. “Era la Berté che faceva confusione perché voleva assolutamente la nostra stanza d'albergo, la voleva assolutamente, gliela avevano promessa. Ma era la camera di Fiorello, non mia”.

E i romanisti mi dicono: quasi quasi divento laziale per vederti nuda

"Lei era a Sanremo la scorsa settimana: con Fiorello vi siete incontrati? “No, l'ho rivisto in scena solo la prima serata”. Lei ormai spopola sui social con delle foto hot che pubblica dopo le vittorie della sua Lazio. Pensa già allo scudetto? “Intanto penso alla partita con l'Inter: Conte è uno dei più grandi allenatori del mondo”. Cosa le dicono i suoi follower su Instagram? “Anche i romanisti mi dicono: quasi quasi divento laziale per vederti nuda!”. Su Instagram le scrivono anche dei politici? “Si, qualcuno mi scrive cose goliardiche come quella che ho detto..."