Elisa Isoardi shock: "Quelle settimane di terrore in Rai. Ho pianto tanto"

L'ex conduttrice de La Prova del Cuoco racconta dei brutti momenti passati di recente e culminati con l'addio allo storico programma, chiuso dopo 20 anni

di M.E.P.

Sembra non volersene fare una ragione e dalle sue parole quello che traspare è l'amarezza per un capitolo importante che si è appena chiuso. Elisa Isoardi in una lunga intervista a "Oggi" racconta infatti il retroscena del recente addio al noto programma "La Prova del cuoco", chiuso dopo ben venti anni. Un programma pioniere nel suo genere che è stato cancellato dai palinsesti Rai.

Hanno provato a distruggermi e sono state settimane di terrore

Un distacco quello dal programma per tanti anni condotto da Antonella Clerici che per Elisa Isoradi è stato traumatico anche a causa dei colpi bassi che ha dovuto subire e per i quali ha sofferto tantissimo: “La Prova del Cuoco? Piango ancora se penso alla fantastica squadra con cui ho lavorato” ha raccontato la conduttrice che non ha mai fatto mistero di temere che la Rai possa farla fuori del tutto: “La chiami pure strizza. Certo che ce l’ho avuta! Adoro Coletta, ma qualche ora buia me l’ha fatta passare… silenzio assoluto.” Tanto da raccontare da aver scritto diversi messaggi per informarsi sul suo futuro lavorativo. “Sono state due settimane di terrore, in cui non sapevo che fine avrei fatto” ha aggiunto la Isoardi. Tanta l'amarezza nelle sue parole: “Hanno provato a distruggermi in tutti i modi, ma non ce l’hanno fatta.” 

Il ritorno al timone di "Check up" è nell'aria

Chiuso un capitolo importante, per Elisa Isoardi la rivincita potrebbe essere dietro l'angolo dato che si parla di un ritorno in tv a "Check Up", lo storico programma di medicina andato in onda dal 1977 al 2002 e che verrà riproposto in una chiave più attuale e al passo con i tempi. Se ne saprà di più il prossimo autunno.

Su Salvini: "Siamo stati ingombranti l'uno per l'altra"

Se il lavoro dà sofferenza, le relazioni sentimentali non "sorridono". "Serve grande intelligenza per starmi accanto", risponde quando le viene fatta la fatidica domanda. E a proposito della relazione con Alessandro Di Paolo, con cui si accompagnava l'anno scorso, rivela: "I tempi non erano maturi, ma lui c’è e ci sarà sempre, perché prima di tutto resta un caro amico". Altrettanto inevitabile la domanda sulla discussa love story con Matteo Salvini e sul suo essere dipsonibile anche a scegliergli i calzini: "Credo sia naturale che una donna badi anche all’abbigliamento del proprio compagno… Io non sono una tipina semplice, siamo stati entrambi ingombranti l’uno per l’altro".