Ricci direttrice di banca "Robin Hood" in lotta contro il sistema

Ricci direttrice di banca 'Robin Hood' in lotta contro il sistema
di Emanuele Bigi

Una storia che sembra scritta oggi, nell’Italia della crisi economica e degli imprenditori suicidi. La miniserie Le due leggi di Luciano Manuzzi con Elena Sofia Ricci (in onda su Raiuno il 25 e il 26 marzo) affronta proprio questo tema, rifacendosi a un episodio realmente accaduto in Germania quattro anni fa. Adriana (Ricci) è un’integerrima direttrice di banca, un giorno la sua vita verrà sconvolta da un evento tragico: il suicidio di un imprenditore, schiacciato dai debiti, che si dà fuoco proprio nella sua banca. L’accaduto le lascerà una cicatrice indelebile che la porterà a cambiare il suo approccio al lavoro. Adriana decide, illecitamente, di aiutare i clienti in difficoltà spostando soldi da un conto all’altro. Insomma diventa una sorta di “Miss Robin Hood” che toglie ai ricchi per dare ai poveri. Ai piani alti dell’istituto bancario si accorgono dei movimenti anomali, ma non denunciano la direttrice, sarà la stessa Adriana ad autodenunciarsi e a scoprire operazioni truffaldine verso i correntisti da parte di alcuni manager corrotti.

Elena Sofia Ricci: "Un onore interpretare questo personaggio" - "E’ stato un onore aver interpretato questo personaggio – afferma l’interprete, in questi giorni nelle sale con Allacciate le cinture di Ferzan Ozpetek – perché prima di essere attrice sono una donna e una cittadina. Adriana è una donna in carriera, forte, che in un momento delicato mette in discussione la vita privata, decidendo di portare fino in fondo la sua lotta per una giustizia ispirata dal senso dell’umanità, da una parte, e del diritto dall’altra”. Ecco che vegono a galla le due leggi del titolo. Adriana dovrà scegliere se seguire le regole o infrangerle. “Anche a me è capitato di rimanere con il conto in rosso per 20 milioni delle vecchie lire a causa di una carta di credito – racconta l’ex Lucia de I Cesaroni – per fortuna che la mia famiglia mi ha aiutato, altrimenti non so come sarebbe andata a finire".

"E' un momento difficile, penso spesso alle mie figlie" - "Il momento è difficile, penso spesso alle mie figlie, una di 18 e l’altra di 9 anni e mezzo, il loro futuro mi preoccupa, però ho bisogno di essere ottimista  – prosegue Elena Sofia Ricci che il prossimo anno indosserà per la terza volta le vesti della suora di Che Dio ci aiuti - mi sembra che qualcosa si stia muovendo, spero che si riesca a dare un po’ di ossigeno alla piccola-media impresa e ai cittadini. Che Dio ci aiuti…”, è il caso di dirlo.