L'estro e l'eleganza di Drusilla Foer per un tuffo nel passato. "Con garbo ed eleganza"

Parte oggi "Almanacco", rivisitazione dello storico programma Rai. La conduttrice è entusiasta, "Ma non volgio pensare allo share"

TiscaliNews

Metti insieme l'estro e l'eleganza di Drusilla Foer con una delle trasmissioni più amate che la tv italiana ricordi e il successo è pressoché scontato. Ed è con questi auspici che la Rai riporta in auge, con partenza oggi alle 19.50  "Almanacco", una striscia di mezzora in cui la nobildonna toscana, alter ego di Gianluca Gori, rivisiterà lo storico programma in onda su Rai1 dal 1976 al 1994. Si tratta di una delle frecce nell'arco del direttore dell'Intrattenimento prime time, Stefano Coletta, che mira a riaccendere l'estate della tv pubblica e che, dopo l'exploit di Sanremo, punta tutto su "un'artista di rara completezza", scelta "per la sua civiltà oltre che per le sue capacità".    

Siamo entratri in punta di piedi in questa tramissione

Ci saranno le rubriche legate al Domani Avvenne, al Personaggio del Giorno Dopo e al sorgere del Sole, ma anche nuove idee ispirate a curiosi esperti, ospiti noti e personaggi inediti. "Siamo entrati in punta di piedi in questa trasmissione che è nel cuore di tutti noi più che maggiorenni - racconta Drusilla in un'intervista -. Era una piccola trasmissione che durava poco e dava informazioni in modo piacevole e garbato. La nostra durerà un po' di più, quindi abbiamo dovuto rimpolparla con la musica e altri momenti".  La conduttrice non vuole pensare allo share. "Speriamo solo di essere all'altezza di questo programma iconico - sottolinea -. Abbiamo cercato di rispettarlo con più gentilezza possibile. Ci piaceva l'idea dell'Almanacco che in fondo ci dice cosa è successo domani ed una cosa tranquillizzante, perché se sono successe cose belle siamo contenti, se sono successe cose brutte ci si può lavorare".

Ma Drusilla non ballerà: "Ho una sciatica terribile"

Ci saranno le sue canzoni, ma a ballare non ci pensa proprio perché - confessa sorridendo - "ho una sciatica terribile". Poi vacanza nella sua Toscana per riposarsi un po' "dovunque mi ospitino", ma non per molto. "Abbiamo un progetto discografico da sviluppare - racconta -, una produzione teatrale da mettere in cantiere, tutti i concerti estivi del recital Eleganzissima, una trentina di date a luglio e agosto".