Non solo Cameron: anche Fellowes racconta "Titanic"

Non solo Cameron: anche Fellowes racconta 'Titanic'
TiscaliNews

Sono passati cent'anni dalla tragedia del Titanic e si moltiplicano gli appuntamenti di cinema, televisione e home video. In testa c'è ovviamente l'appuntamento in sala con il ritorno di James Cameron e del suo campione d'incassi Titanic. Il ritorno in sala della pellicola è stato affiancato dalla produzione di una serie tv italiana Titanic Blood&Steel  e di una produzione britannica che sarà trasmessa nel piccolo schermo Usa ma che arriverà in Italia direttamente per il mercato dell'home video su distribuzione Dall’Angelo Pictures (dal 18 aprile).

Un progetto di Julian Fellowes - Anche questa serie tv s'intitola semplicemente Titanic e sviluppa in quattro puntate la storia del primo e ultimo viaggio del maestoso transatlantico britannico nella tragica notte tra il 14 ed il 15 aprile del 1912. La mini-serie è stata ideata da Julian Fellowes, sceneggiatore premio Oscar per il film Gosford Park e autore della serie tv Downtown Abbey. I protagonisti sono Linus Roache (Law & Order), Geraldine Somerville (nota la grande pubblico per il ruolo di Lily nella saga di Harry Potter) e Perdita Weeks (The Tudors) che interpretano una famiglia che viaggia nella prima classe del transatlantico.

Sguardi diversi su un'unica tragedia- La trama è incentrata ovviamente sul tragico naufragio raccontato con gli occhi di chi era a bordo della nave.  Julian Fellowes narra però questa drammatica vicenda  sia dal punto di vista dai passeggeri della prima classe che da quello dei poveri emigranti irlandesi ed italiani. Le prime tre puntate narrano infatti gli stessi eventi e lo stesso periodo di tempo da questi punti di vista diversi, mentre l’ultima puntata è dedicata alla drammatica notte dell’incidente nell’Oceano Atlantico.