Un nuovo "Sherlock Holmes" tra indagini e delitti nella Londra di oggi

Un nuovo 'Sherlock Holmes' tra indagini e delitti nella Londra di oggi
TiscaliNews

C'è un detective molto speciale sulle strade di una Londra, moderna, livida e iper-tecnologica. Si chiama Sherlock ma non indossa più i panni vittoriani che Sir Arthur Conan Doyle gli ritagliò addosso, rendendolo un'icona della letteratura mondiale di tutti i tempi. A riproporre il celebre investigatore in chiave moderna è la miniserie di tre film da circa 90 minuti che da stasera Italia 1 propone in prima serata. A interpretare Holmes è Benedict Cumberbatch, nella serie prodotta e trasmessa originariamente da Bbc, dopo il grande successo di critica e pubblico riscosso da Luther, attualmente trasmesso sul satellite.

Gps, Mac, delitti e misteri - Il moderno Sherlock Holmes si muove nella Londra degli squat e dei Mac, dei cellulari e degli smartphones, al suo fianco ha un Dottor Watson (interpretato da Martin Freeman) reduce dalla missione Nato in Afghanistan. Era un reduce, e proprio di quel teatro di guerra, anche il dottore immaginato da Doyle. In questa versione Watson conosce Holmes tramite un amico in comune,  due dividono lo stesso appartamento, finché il reduce si trova a diventare assistente indispensabile di questo enigmatico, delirante e geniale detective.

Sfida tra geni, in omaggio al Dr House - Non pochi, in Inghilterra, hanno notato che questo nuovo Sherlock ha non pochi tratti in comune con il celebre Gregory House interpretato da Hugh Laurie. D'altra parte, il creatore di ques'ultimo, David Shore, ha più volte ammesso di essersi ispirato al personaggio di Sir Doyle nel tratteggiare il medico. Geniale, disadattato e tormentato come è l'Holmes interpetato da Cumberbatch. Reso meno inarrivabile dalla sfida con un altro genio, quel dottor Moriarty (Adam Scott) che metterà a dura prova il metodo investigativo e la scaltrezza di Sherlock. In Italia arriva la prima stagione, in GB girano la seconda.