Il grande successo della fiction 'Cuori' e quel finale che lascia l'amaro in bocca

In attesa di conferme ufficiale, il grande successo in termini di share e la finale aperta a diversi sviluppi sembrano degli ottimi indizi

Il sogno di realizzare il primo trapianto di cuore che si mescola con le vicende personali dei protagonisti, spesso tragiche, in uno sfondo che è quello della Torino degli anni '60. Un mix perfetto di elementi che hanno fatto di "Cuori" una fiction di successo e che giunta ai titoli di coda (l'ultima puntata è stata trasmessa il 28 novembre) ha lasciato orfani milioni di italiani che ora si chiedono se ci sarà una seconda stagione. Ed è plausibile pensare che saranno accontentati dato che l'ultima puntata oltre ad aver realizzato il 21% di share e tenuto incollati sul divano milioni di telespettatori, ha lasciato aperte diverse porte. In attesa che la produzione si pronunci al riguardo, è utile ripercorrere la storia di questa straordinaria fiction Rai, che ha avuto come protagonisti Pilar Fogliati nel ruolo di Delia, Matteo Martari nei panni di Alberto, Daniele Pecci in quelli di Cesare. 

Tratto da una storia vera con tanti colpi di scena

Cesare Corvara è il primario del reparto di Cardiochirurgia dell’ospedale “Le Molinette”, alla guida dell’equipe che vorrebbe realizzare il primo trapianto di cuore della storia. Per farlo ha deciso di riportare in Italia il più brillante cardiochirurgo che lui abbia mai incontrato, Alberto Ferraris. Per compiere questa impresa, Cesare ha deciso di far rientrare dall’America un cardiologo speciale, Delia Brunello, dotata di una capacità diagnostica ai limiti del soprannaturale. Quello che Cesare non sa è che Delia e Alberto sei anni prima stavano per sposarsi e trasferirsi a Houston, dove Delia aveva ottenuto, unica nel suo corso di laurea, una borsa di studio. Attorno a loro c’è l’ospedale de “Le Molinette” con le infermiere sempre affaccendate nelle lunghe corsie e che a volte si innamorano dei medici, i pazienti che cercando distrazioni dalla monotonia della degenza si intrattengono tra racconti personali e avvincenti letture di gossip. Poi c'è Enrico Mosca, ambizioso capo chirurgo che sogna di prendere il posto del primario e a figlia di Cesare Corvara, Virginia. Viziata e ingenua, fa di tutto per ribellarsi al destino che le è stato cucito addosso.

Tutti pazzi per Delia e Alberto. Ma il finale ha lasciato l'amaro in bocca

Al di là del contesto storico, interessantissimo, a tenere incollati i telespettatori al piccolo schermo sono state soprattutto le vicessitudini amorose di Delia e Alberto, che come ha mostrato il finale andato in onda il 28 novembre non riescono a coronare il loro sofferto sogno d'amore come molti si sarebbero attesi. Ed è proprio da qui che potrebbe ripartire la seconda stagione, che lascia allo sceneggiatore ampie strade su cui imbastire le nuove puntate. 

Perché sembra certo che Cuori2 si farà 

Secondo quanto trapela dalla parole del regista Riccardo Donna le nuove puntate ci saranno, anche se non si sa quando"Ci sono state lunghe discussioni su come finire questa storia però abbiamo pensato a un finale aperto da sempre, ha rivelato Donna in un'intervista rilasciata ad un sito online. Io ho proprio voluto questa volta dare una impostazione diversa pensando più allo streaming che alla messa in onda tipica di Rai 1, dove comunque tutte le stagioni si chiudono e poi è difficile ripartire. Cuori è come un libro di cui avete letto solo la metà". E la stessa Pilar Fogliati, grande protagonista della fiction, in un'altra intervista rilasciata a Fanpage ha confessato che difficilmente riuscirà a separarsi dal suo personaggio. "Non dirò mai addio a Delia, perché amo quella donna. La seguirò ovunque vada. Non posso sbilanciarmi sulla seconda stagione, perché non ne ho ancora la certezza. Però, posso dire che il finale è abbastanza aperto". La seconda stagione, visti i presupposti, non mancherebbe di offrire nuovi ed emozionanti colpi di scena. Ora non resta che attendere l'annuncio della Rai.