"L'Italia e il sesso in tv": dalla minigonna di Sabina Ciuffini alle cosce delle Kessler

'L'Italia e il sesso in tv': dalla minigonna di Sabina Ciuffini alle cosce delle Kessler
di Ansa

Sex Story, il documentario di Cristina Comencini e Roberto Moroni passato al Torino Film Festival nella sezione Festa Mobile, prodotto da Aurora Tv con Rai Cinema e Rai Teche, attraversa 35 anni di televisione del nostro Paese tratteggiando la storia della visione del sesso sul piccolo schermo. Di scena: la 'problematica' minigonna di Sabina Ciuffini sottolineata da Mike Bongiorno ("oggi la porti più corta vero Sabina?"); Mario Riva che, rivolgendosi alla sua valletta, la definisce "la mia assistente non parlante"; il trasgressivo ombelico di Raffaella Carrà; Ilona Staller definita, per la sua voce sussurrante, "la Callas del sesso" e, infine, le iconiche 'cosce' (parola proibita) delle Kessler.

Ecco i costumi sessuali dell'Italia in 35 anni di televisione

"Dalla visione di centinaia e centinaia di ore di trasmesso, rubriche, spettacoli, caroselli, talk show, quiz, telegiornali, inchieste - dicono i registi al Tff - abbiamo ricavato una fotografia composita e multicolore dei costumi sessuali dell'Italia nell'arco dei primi 35 anni di storia televisiva".