Chef Rubio contro i colleghi stellati: "In cucina molti pippano". E bacchetta Vissani

In giro per la sua trasmissione " Camionisti in trattoria", giunta alla terza edizione, Rubio racconta di non sopportare gli chef stellati "su un piedistallo a giudicare"

di M.E.P.

Non è un caso che Chef Rubio, all’anagrafe Gabriele Rubini, si sia buttato con entusiasmo nella ricerca di nuove e leggendarie trattorie per camionisti (la terza edizione del format “Camionisti in trattoria” è partita il 10 marzo sul canale Nove). Di base e lui non lo nasconde più c’è infatti una naturale avversione per il mondo delle star, da cui appunto cerca di fuggire in tutti i modi. E così, se girando per il Belpaese cerca di raccontare che cosa fanno i camionisti, che contrariamente all’immaginario comune sono “persone che leggono, si informano e sono meno scorbutici di quello che sembrano”, ogni occasione è buona per lanciare qualche frecciata velenosa all’indirizzo dei suoi colleghi. "Questa voglia di alcuni chef di stare su un piedistallo a giudicare. Non lo sopporto. spiega in un'intervista a Il Fatto Quotidiano.. Quando sto a tavola non spulcio mai nel piatto”.

"Si finge letizia ma molti pippano"

Ma Chef Rubio, che ultimamente aveva dedicato le sue "attenzioni" particolari a Matteo Salvini - vedi gli insulti  per un tweet scritto sui finalisti di Sanremo - ecco che si sofferma sui tanto decantati format culinari. "E’ tutto estremamente debole, falso, grottesco, eppure a tutti va bene così, si finge la letizia, il benessere, si cerca di piallare le differenze per mantenere l'equilibrio precostituito". Poi si va pure oltre: "E sì, ancora molti pippano"... "Per fortuna li frequento poco e non vado quasi mai negli studi". Ma è nei confronti di un collega in particolare che non riesce a trattenere il suo livore. “Vissani? Rispetto a quell'uomo non nutro un briciolo di stima" ... "Trovo che sia da coglioni andare in tv per gareggiare sul cibo, e non lo sopporto questa retorica secondo la quale esci migliore da quell'esperienza".

Le novità della nuova edizione di "Camionisti in trattoria"

Nella nuova edizione del format “Camionisti in trattoria”, Rubio oltre a scorrazzare attraverso Lazio, Veneto, Umbria, Calabria, Sicilia, Friuli, si spingerà oltre i confini italiani per esplorare gli universi gastronomici della Slovenia, della Spagna, dalla Catalogna all’Aragona, e della Francia, dalle Alpi ai Pirenei (Provenza, Camargue e Aquitania). Stessa apprezzatissima formula delle passate edizioni: tre camionisti come compagni di viaggio, tre bolidi macina-chilometri e tre trattorie tutte da scoprire. Rubio vivrà tre esperienze diverse per ogni puntata e a fine viaggio sceglierà quella che più lo ha conquistato, premiando il vincitore con il nuovo, attesissimo gadget di Camionisti in Trattoria.