La Casa di carta, svelati i guadagni del cast. Che protesta: "Contagiati dal virus, il governo mente"

Gli attori della serie, sempre più amata e discussa, diventano star mondiali. Ma il contagio non li risparmia e c'è chi racconta la sua esperienza

La Casa di carta, svelati i guadagni del cast. Che protesta: 'Contagiati dal virus, il governo mente'
TiscaliNews

Grande bluff narrativo che ha avuto immeritato successo? O serie di qualità capace di cavalcare e personalizzare tutti i luoghi comuni del thriller con al centro della scena una banda di rapinatori mascherati e con nome in codice? Alla quarta stagione, il dibattito sulla serie spagnola La casa di carta, trasmessa in prima visione da Netflix, prosegue acceso. Mentre vengono svelati i guadagni di un cast di attori per la maggior parte famosi finora solo in patria, e che stanno diventando delle star mondiali (con almeno un nuovo sex symbol, Ursula Corberò). Capaci di portarsi a casa (intendiamo gli attori nel loro insieme) nelle prime due stagioni un totale di 1.386.000 euro. E' stato in particolare il sito Money.it ad "entrare nelle tasche" di Tokyo, il Professore e gli altri membri della banda più amata e ricercata della tv. 

I numeri in dettaglio

Nel "dossier" di Money.it ecco in dettaglio i guadagni degli attori di La casa di carta: Itziar Ituño Martínez, Lisbona, 63mila euro per episodio, Ursula Corbero, Tokyo, 63mila euro, Pedro Alonso, Berlino, 63mila euro, Alvaro Morte, il Professore, 63mila euro, Alba Flores, Nairobi, 50mila euro, Darko Peric, Helsinki, 55mila euro, Jaime Lorente, Denver, 50mila euro Miguel Herràn, Rio, 50mila euro, Rodrigo de la Serna, Palermo, 50mila euro, Esther Acerbo, Stoccolma, 45mila euro, Paco Tous, Mosca, 36mila euro, Enrique Arce, Arturo, 36mila euro, Fernando Soto, Angel, 36mila euro, Mària Pedraza, Alison Parker, 27mila euro, Anna Grass, Mercedes Colmenar, 23mila euro. Ricchissimi? Niente di minimamente paragonabile a quanto avviene negli Usa, dove già qualche anno fa William Petersen (il Grissom di Csi) prendeva 700 mila euro a puntata e Hugh Laurie, l'indimenticabile Dr. House, ne percepiva 500 mila a episodio. Nel mentre, sono altre le proteste che si levano dal cast della serie spagnola, colpito dal Coronavirus.

"Ci hanno mentito"

Infettata dal Covid-19, Itziar Ituño, attrice che interpreta l'ispettrice Raquel Murillo, ha raccontato la sua esperienza e si è scagliata contro il governo: "Ho trascorso un brutto periodo e il mio compagno è stato ricoverato 8 giorni in ospedale. Non è una semplice influenza, dà sintomi molto rari, ti fa sentire cose strane". E ancora: "Nella mia città ci sono stati molti morti, ho conoscenti i cui parenti non ne sono usciti, ed è stato molto difficile non poter dire addio o fare una sepoltura dignitosa. Qui le persone sono state costrette ad andare a lavorare quando in Italia c'erano già abbastanza morti. Non mi sembra accettabile che per mantenere l'economia la gente venga gettata nella fossa dei leoni. Ci hanno mentito e la situazione reale ci è stata nascosta in modo che il panico non si diffondesse".