Beppe Fiorello, show evento e fiction su Rai1

Beppe Fiorello, show evento e fiction su Rai1
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 18 LUG - Dopo aver girato l'Italia con l'omonimo spettacolo, a gennaio Giuseppe Fiorello sbarca in tv su Rai1 con la serata evento 'Penso che un sogno così', tra i ricordi di bambino e le canzoni di Domenico Modugno. Ma lo vedremo già in autunno, sempre sull'ammiraglia del servizio pubblico, nel tv movie 'Gli orologi del diavolo', un action crime in cui interpreta infiltrato quasi per caso nei narcos per quattro anni, abbandonato dallo Stato. Tornando allo show di Rai1, in onda l'8 gennaio, è uno spettacolo dal vivo, che Giuseppe Fiorello costruisce per la Rai. Un adattamento televisivo per una serata evento tratta dallo spettacolo teatrale 'Penso che un sogno così...'.Tra ricordi autobiografici e brani di Modugno, l'attore racconta due vite distanti, parallele e unite da tanti dettagli, a cominciare dalla somiglianza fisica fino a quella dell'anima: quella di suo padre, morto troppo presto a 58 anni, finanziere con la passione per Mimmo Modugno, e quella della voce di 'Volare'. La fiction che invece vedremo in autunno, 'Gli orologi del diavolo', è una coproduzione Rai Fiction e Picomedia con la Spagna. E' tratta dall'omonimo libro scritto da Gianfranco Franciosi con Federico Ruffo, edito da Rizzoli. Al fianco dell'attore siciliano troviamo Claudia Pandolfi, Alvaro Cervantes, Nicole Grimaudo. Marco Merani (Fiorello) è un motorista nautico, ha un passato nelle gare off-shore e un presente da costruttore di barche alla foce del fiume Magra. Lo sanno tutti che è il migliore e lo sanno anche dei narcotrafficanti a cui farebbero comodo gommoni che corrono più delle motovedette dei carabinieri e della polizia. Marco chiede a Mario, suo amico poliziotto, come deve comportarsi. La polizia gli propone di collaborare con la giustizia per incastrare i boss di questo cartello italo-spagnolo. Ma quando durante un'operazione in mare fra Italia e Spagna qualcosa va storto, viene arrestato dalla polizia francese e incarcerato. E nessuno dall'Italia rivendica la sua copertura. (ANSA).