Baglioni: "Stanno cadendo i pregiudizi su Sanremo"

Baglioni: 'Stanno cadendo i pregiudizi su Sanremo'
di Askanews

Roma, 9 feb. (askanews) - "Ieri ho avuto modo di parlare con alcuni cantanti al Dopofestival e i miei colleghi dicono di trovarsi a loro agio, pur essendo in una competizione. Ieri oltre ai 24 titolari ci sono stati 32 altri nomi e questa coralità di intenti mi fa piacere". Lo ha detto Claudio Baglioni nel corso della conferenza stampa in corso al Teatro Ariston. "Si sente che il contributo di tutti è per sceneggiare al meglio il contenuto della nostra espressione di oggi. Il raggiungimento del pubblico giovane lo stiamo sottolineando tutti. L'interesse attorno alla manifestazione è veramente tanto".Il lavoro è per ringiovanire l'audience: "Un punto d'orgoglio è aver lavorato, pur sapendo che il cammino di sarebbe potuto rivelare più arduo, aprendo un varco ai più giovani. Il giovane di oggi è in una dimensione di non riuscire a entrare da nessuna parte perché tutti i luoghi della vita sono riempiti dalle persone più grandi. Come musicista e addetto ai lavori sono molto contento della serata di ieri, nello spirito di questo festival è che non si sia più divisione netta tra partecipare ed essere ospiti. Mi augurerei che in altre edizioni possa accadere questo. Alcuni pregiudizi attorno alla manifestazione stanno cadendo: Dio volesse che Sanremo diventasse davvero una mostra della musica e delle altre forme che avrebbero diritto ad entrare nei palinsesti televisivi. Le canzoni sono arte di fanteria".