Barbara D'Urso: "I tweet contro di me? Che brutta la vita tra livore e invidia"

Barbara D'Urso: 'I tweet contro di me? Che brutta la vita tra livore e invidia'
di Cinzia Marongiu

È un caterpillar del piccolo schermo, una macina-ascolti con pochi rivali, una maratoneta della tv del quotidiano, una benedetta dall’Auditel che anche nella stagione tv appena conclusa le ha regalato una vittoria dietro l’altra sia per “Pomeriggio Cinque” sia per “Domenica Live”. E lei, Barbara d’Urso, che fa? Invece di godersi il (meritato) riposo si lancia in nuove avventure. E si mette a creare braccialetti che più che un gioiello (costano appena 3,99 euro) si pongono come totem del pensiero positivo e di una visione della vita fatta di ottimismo ed entusiasmo. Insomma, il D’Urso-pensiero tradotto in cinque monili con altrettanti messaggi pret à porter., scritti appunto “Col cuore”, come li ha ribattezzati lei.

Partiamo dal braccialetto fucsia, quello che recita “Non smettere di sorridere e la vita ti sorriderà”.
“È il più grande insegnamento che mi ha dato mia madre Vera, scomparsa quando aveva appena 40 anni. Di lei ricordo il sorriso. Un sorriso che ho ereditato e che hanno ereditato anche i mie due figli. La mia migliore difesa alle intemperie della vita è il sorriso”.

In un altro braccialetto si legge “Vivi la tua vita, non quella degli altri”. Un chiaro riferimento al gossip via social di cui anche tu sei vittima …
“Oggi molti tendono a vivere la vita degli altri, imitando e soprattutto invidiando. Io invece credo sia bello vivere la propria esistenza nel bene e nel male. Non ho mai provato sensazioni negative nei confronti delle vite altrui anche perché non sempre ciò che sembra è davvero così”.

Nei tuoi bracciali parli anche di perfezione: “Fai di ogni imperfezione la tua forza: sarai perfetto”.
“Trovo che le persone perfette siano di una noia mortale e infatti le evito. Il fatto è che proprio non ci entro in empatia. E poi credo che accettarsi per ciò che si è, con i propri difetti,sia alla fine molto salutare”.

Quali sono le tue imperfezioni?
“Ne ho tante. Le mie paure. Ma anche la ricerca continua del miglioramento penso che finisca per essere un’imperfezione. Ho tante debolezze, tante fragilità. Anche il fatto di essere una madre troppo presente. Il troppo rigore con me stessa, la paura dell’aereo. Credimi, la lista è infinita”.

Come sei riuscita a non essere una madre iper-presente?
“Provo essere presente ma non invadente. Ci provo con molta discrezione e rispetto per i miei due figli di 26 e 28 anni. E quindi smetto subito di parlare di loro sennò poi si arrabbiano”.

Hai parlato di fragilità. Eppure la tua immagine in tv è quella di una donna forte, anzi fortissima.“
Dallo scorso settembre e fino a pochi giorni fa “Pomeriggio Cinque” ha vinto tutti i giorni la battaglia degli ascolti con tutti gli altri programmi tv. Stessa cosa per “Domenica Live”: ogni domenica dalle 16,20 Canale 5 è stata la rete più vista. Detto questo, convivo felicemente con le mie fragilità. Mentre intorno a me vedo tante persone che vivono male. Il loro unico obiettivo sembra quello di attaccarmi. C’è chi la mattina si alza e comincia a scrivere dei tweet contro di me. Pensa che vita che fanno, tra livore e invidia”.

Anche Fedez ti ha attaccata nella sua canzone “Non c’è due senza trash” e nel video si è pure travestito da te. Che effetto ti ha fatto?
“Nessuno, visto che il video non l’ho visto. E poi non mi va di replicare a Fedez”.

Nei giorni scorsi Fabrizio Corona è uscito dal carcere. Ti sei occupata della sua vicenda, dopo una lettera che lui ti ha scritto mentre era recluso. Che effetto ti ha fatto apprendere questa notizia?
“Per anni non mi sono occupata di lui. Poi mi ha scritto e ora posso solo dire che sono contenta per lui”.

Qual è il segreto del tuo successo?
“Tra me e le persone c’è una grande empatia. Mi guardano dagli ospedali, dalle case di riposo, dalle carceri: credo di saper fare compagnia e di aver stabilito un legame sincero. Vedi, questo lavoro lo si fa solo per due motivi: per soldi o per passione. Io da tanti anni ho scelto la passione. E quando le scelte sono sincere, fatte col cuore le persone che ti seguono se ne accorgono sempre”.

Lavoro alla grande, mamma risolta, soddisfazioni a non finire. E l’amore?

“Non so, non mi piace molto parlare d’amore”.

Qualche giorno fa sul tuo account Instangram hai scritto che “ogni donna si merita di avere a fianco un uomo che ogni giorno la guardi come fosse la prima volta”. Ci credi ancora quindi?
“Certo che ci credo. Ci credo moltissimo. E per averne un’idea prova a dare un’occhiata al reality che ho battezzato proprio su Instagram. Protagonisti sono due pesciolini di ceramica, Turi e Carmela”.

Che poi è il nome di battesimo di Barbara. Per la cronaca, i pescetti si sono già scambiati un bacino...