"Grazie a mamma Caterina Caselli e a papà Franco Battiato"

di Cinzia Marongiu

Siciliano di Modica, 24 anni, due genitori artistici del calibro di Caterina Caselli e Franco Battiato. Per Giovanni Caccamo, vincitore delle Nuove Proposte ma anche del premio della Critica e di quello della sala stampa radio-tv-web, il presente è quantomai roseo. Per lui ora è tempo di rinraziamenti: “A Carlo Conti, a mio padre (scomparso anni fa, ndr), a mia madre, a mia sorella, alla mia famiglia discografica della Sugar e a Caterina Caselli, a Franco Battiato, a voi giornalisti per le belle parole che avete scritto su di me”. Ma in particolare Giovanni ringrazia mamma Catselli e papà Battiato: “Dopo quattro anni di porte sbattute in faccia mi hanno ridato il sorriso perché mi hanno dato la possibilità di esprimermi in tranquillità, dando valore ai miei sforzi”. A chi lo paragona a Raf, risponde: “Lo prendo come un complimento. Anche se preferisco l’accezione della parola in innglese, rough che sta per evoluzione. Ecco, io sono in evoluzione”. Caccamo ha appena pubblicato il suo album di esordio, “Qui per te”.