Al Mia un documentario su Anna Magnani

Al Mia un documentario su Anna Magnani
di Askanews

Roma, 20 ott. (askanews) - Al Mia, il Mercato internazionale dell'audiovisivo in corso a Roma, irrompe il ritratto senza tempo di Anna Magnani con immagini straordinarie che vedono la più grande attrice italiana anche in un audio inedito di un'intervista fatta da Oriana Fallaci. Il progetto è stato illustrato nel corso di "Italians doc it better", la sezione del Mia riservata alla presentazione dei documentari agli operatori internazionali: "La passione di Anna Magnani", questo il titolo del documentario, è diretto da Enrico Cerasuolo, prodotto da Zenit Arti Audiovisive con Arte France, Istituto Luce e RaiCom che lo distribuirà nel mondo.Il documentario è in fase di post produzione, sarà pronto per fine anno e contiene immagini di archivio e testimonianze dei grandi personaggi che hanno incrociato la carriera e la vita dell'attrice: l'obiettivo, spiega il produttore Massimo Arvat, "è raccontare la Magnani a un pubblico internazionale" e contiene anche le immagini dell'attrice in veste di ospite tra il divertito e l'imbarazzato di "What's my line", lo show tv americano condotto da John Daly: l'attrice, aiutata da un'interprete, partecipò al quiz-show nel 1953 in cui i concorrenti, bendati, dovevano indovinare chi era il personaggio misterioso.Basato sull'utilizzo creativo di materiali straordinariamente ricchi messi a disposizione dalla famiglia, tra spezzoni di film, archivi Luce e Rai, archivi stranieri e privati, "La passione di Anna Magnani" mette sotto la lente di ingrandimento il percorso unico di un'attrice e una donna fuori da ogni convenzione e tempo a 45 anni dalla sua morte. Il Mia, arrivato al suo quarto giorno di lavori, sta ottenendo un successo clamoroso per tutte e tre le sezioni, cinema, tv e documentari, con oltre 1800 operatori da tutto il mondo, più di 125 proiezioni di mercato, circa 400 buyer, 4 vetrine di anticipazioni esclusive dedicate ai film, alle serie televisive e ai documentari dei prossimi anni; 58 progetti da 21 paesi di film, serie drama e documentari ancora in fase di sviluppo, 3 sessioni di presentazione pubblica e 4 giorni di incontri B2B, e circa 40 Talks.