Vince Rocco Hunt. Incanto Gino Paoli e lutto per Di Giacomo

Vince Rocco Hunt. Incanto Gino Paoli e lutto per Di Giacomo
TiscaliNews

"Questa sera non ho vinto io, ha vinto la gente. Siamo la terra del sole e non la terra dei fuochi". Con queste parole Rocco Hunt, 19 anni, occhiali, giacca multicolore e commozione da pupo, comincia il suo pezzo rap che ha conquistato giuria e televoto, Nu juorno buono. La quarta serata del Festival ha dato grande importanza alla gara finale tra le Nuove Proposte che hanno visto l'affermazione anche di Zibba, premiato dalla Critica. A Renzo Rubino il premio per il miglior arrangiamento.  la quarta serata del Festival ha offerto momenti di grande emozione: sul palco si sono cantati i pezzi di De André, Battiato, Paolo Conte, Modugno, De Gregori, Pino Daniele, Giorgio Gaber, spesso impreziositi da duetti e performance inaspettate, come il Riccardo Scamarcio batterista per Riccardo Sarcina, o la voce jazz di Simona Molinari per Non arrossire.  Un vero incanto è stata l'esibizione di Gino Paoli che accompagnato al pianoforte da Danilo Rea ha reso omaggio a Bindie Tenco, prima di cantare Il cielo in una stanza. Di scena anche Enrico Brignano, Luca Zingaretti. Ancora musica d'autore con l'italo-scozzese Paolo Nutini. Per il resto, risate con Luciana Littizzetto, che si è presentata sul palco con un misterioso amante, nascosto da un casco: in realtà è il maestro Peppe Vessicchio, che Lucianina corteggia da giorni. Sempre Littizzetto protagonista del momento dedicato alla  prestidigitazione. Il mago Silvan la rimpicciolisce, dentro una scatola magica e Luciana sentenzia: "Sto rivaleggiando con Brunetta, provi a dire che ci pagano per nulla".

Ascolti: meglio ma non abbastanza - Con i duetti e l'omaggio ai cantautori il festival di Sanremo risale la china degli ascolti rispetto alla serata precedente: ieri ha ottenuto 9 milioni 432 mila spettatori con il 36.97% nella prima parte e 4 milioni 915 mila spettatori con il 43.96% nella seconda; la media ponderata è stata di 8 milioni 188 mila con il 37.97%. Ma non basta, se si guarda alla quarta serata del Festival dell'anno scorso, sempre condotto da Fazio e Littizzetto. Nel 2013 la prima parte della quarta serata ottenne una media di 13.036.000 spettatori, pari al 47,55% di share. La seconda fu vista da 6.597.000 spettatori (52,68%).La media dell’intera serata fu di 11.538.000 spettatori (48,17%).

Lutto per Francesco Di Giacomo - La serata è stata funestata dalla morte di Francesco Di Giacomo, improvvisa, a 67 anni. Il cantante del Banco del mutuo soccorso è rimasto vittima di un incidente stradale a Zagarolo, E' stato uno dei pilastri della grande musica prog rock italiana, con risonanza all'estero. Teatro in piedi, commosso, per lui. Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, Di Giacomo ha dato una voce incantevole al rock italiano. Tra i dischi più noti e amati del Banco: Darwin, Io sono nato libero. Antidivo, sempre attivo musicalmente e aperto a collaborazioni, non ultima quella con i Tete De Bois, con il Banco del mutuo soccorso e insieme alle Orme e alla Pfm ha dato lustro al progressive rock di casa nostra. La presiede il regista Paolo Virzì. Ne fanno parte Silvia Avallone, Paolo Jannacci, Piero Maranghi, Aldo Nove, Lucia Ocone, Silvio Orlando, Rocco Tanica, Anna Tifu e Giorgia Surina. Sarà per il 50% del loro voto (l'altra metà al televoto degli spettatori) a determinare la vittoria nella sezione Nuove proposte.

Parola alla musica e alla satira - Stasera il gran finale: è atteso Luciano Ligabue ma anche il belga Stromae. Le sorprese, e le polemiche, però potrebbero arrivare dall'intervento comico di Maurizio Crozza.