Simona Ventura, giù le mani dalla Sardegna: "Che sofferenza". Le parole di Afef e di Caterina Murino

Simona Ventura, giù le mani dalla Sardegna: 'Che sofferenza'. Le parole di Afef e di Caterina Murino

Chi ritorna in Campania e proviene dall’estero e dalla Sardegna ha l’obbligo di effettuare il tampone. Questo è solo l’ultimo provvedimento che certifica una situazione vissuta con grande senso di ingiustizia da tutti i sardi. Che, loro malgrado, si ritrovano nella parte degli untori visto che il tampone per chi proviene dalla Sardegna è “caldamente consigliato” anche dalla Puglia, dal Lazio, dall’Emilia Romagna e dal Veneto. Regioni, che, dati alla mano, hanno un maggior numero di nuovi contagi rispetto a quelli dell’isola e che, quindi, danno la sensazione ai sardi di essere discriminati, proprio loro che all’inizio dell’estate, quando la Sardegna era sostanzialmente “covid-free”, furono sbeffeggiati davanti alla proposta di chiedere il tampone a chi arrivava dal “continente”. I turisti sono poi arrivati e per il comportamento sconsiderato di alcuni di loro la situazione è precipitata. L’effetto Billionaire, insomma, che comunque riguarda alcune decine di persone e un pugno di chilometri di costa, intacca invece un’intera terra.

Così fa notizia che “nell’aggressione mediatica in atto”, come l’ha definita la virologa Maria Rita Gismondo a capo del laboratorio di microbiologia dell’ospedale Sacco di Milano, sia una donna di spettacolo a esporsi in prima persona e a prendere le difese della Sardegna. Una che nella dorata Costa Smeralda passa le sue vacanze da decine di estati e che non ci sta a vedere la sua terra di adozione trattata male. Si tratta di Simona Ventura, carriera stellare alle spalle anche se, è il caso di ricordarlo, non ha mai avuto problemi a dire la sua, contro ogni convenienza. “Questo pensiero va alla terra nella quale ho vissuto tanti momenti importanti della mia vita. Sto soffrendo per te, terra di #sardegna e per le ferite che ti stanno procurando. #sardiniamicasa”, scrive la conduttrice sul suo account Instagram postando una serie di immagini delle meravigliose spiagge e dei tramonti arancioni scattate durante le vacanze in Costa Smeralda. Non si fanno attendere i like e i ringraziamenti: “Grazie di cuore Simona per le tue Bellissime parole, da un sardo che da 30 anni vive in Inghilterra e legge che la colpa e nostra e del nostro vento.....un fortissimo abbraccio”, scrive un utente. E un’altra: “Grazie Simo ... è tutto cosi ingiusto.. non ci meritiamo tutto questo”.

 

Inaspettato anche il commento di un’altra affezionata della Sardegna, la bellissima Afef Knifen che nell’isola continua a trascorere alcuni mesi dell’estate insieme con il manager Alessandro De Boni al quale è legata da oltre un anno: “E la più bella isola del mondo. Io ci sono da 2 mesi e purtroppo è l’ultimo giorno qui. Sono sempre più innamorata di questa terra e della sua gente. Ovviamente non sono mai andata a ballare ne a feste”. Simona risponde ad Afef: “Ti capisco bene”. E a chi invece accusa la modella tunisina di aver esagerato Afef ribadisce decisa: “Non esagero, è la verità”.

I media vogliono distruggere il turismo in Sardegna

Ma anche l'attrice Caterina Murino scende in campo accanto ai sardi con un posto cliccatissimo su Instagram: "IO SONO SARDA ..... I media vogliono distruggere l’ultimo mese turistico in Sardegna... vi prego non disdite le vostre vacanze in Sardegna ! Fatevi il tampone, usate le mascherine e tutte le precauzioni e visiterete una delle Isole piû belle del mondo!!! Grazie". E poi lo scrive anche in inglese per essere sicura che anche i suoi followers all'estero sappiano quello che sta accadendo alla sua amata terra.