Sanremo, Amadeus nella bufera per i nomi dei cantanti. Le donne? È il Festival delle giornaliste

Il toto-nomi ha già provocato le prime polemiche. Ma anche l’annuncio dei 22 cantanti in gara ha fatto storcere il naso a parecchi giornalisti per il metodo scelto da Amadeus

Sanremo, Amadeus nella bufera per i nomi dei cantanti. Le donne? È il Festival delle giornaliste
di Cinzia Marongiu   -

“Dieci ragazze per me posson bastare…”, cantava Lucio Battisti. E dovrebbe cantare così anche Amadeus sul palco dell’Ariston se, come si dice da qualche settimana, saranno una decina le donne convocate per la settantesima edizione del Festival.

Il toto-nomi impazza da tempo e ha già provocato le prime immancabili polemiche. Ma anche l’annuncio dei 22 cantanti in gara ha fatto storcere il naso a parecchi addetti ai lavori. Stavolta però le critiche non si sono concentrate su un big che non è abbastanza big o su altri scartati, ma sul metodo scelto da Amadeus. Che, anziché annunciare i nomi nella serata speciale dei “Soliti ignoti” il 6 gennaio, nel corso della quale sarà presente l’intero cast, ha preferito anticiparli al quotidiano La Repubblica con un’intervista che ha di fatto “bruciato” tutti gli altri quotidiani.

Quante bellezze mozzafiato all'Ariston: il toto-donne

Così, soprattutto su Twitter, si sono lette critiche aperte da parte di tanti giornalisti e c’è stato chi, come Michele Monina, ha addirittura diseppellito l’ascia di guerra annunciando battaglia. Non solo. Anche il quotidiano “Il Giornale” non ha mancato di criticare l’operato di Amadeus con un articolo dal titolo significativo "Amadeus azzoppa la Rai (e sé stesso)". Tra l’altro, si legge: "Per Amadeus è facile prevedere un cammino complicato verso il palco del teatro Ariston, infatti non è sfuggito a nessuno, né alla Commissione di vigilanza né al Cda Rai, quanto la mossa di anticipare tutto a un quotidiano sia irrituale, se non peggio".

Ecco i 22 cantanti in gara

Amadeus, forte dei risultati eccellenti del Capodanno di Rai1 e di quelli, altrettanto buoni, che quotidianamente porta a mamma Rai con “I soliti ignoti”, va avanti per la sua strada a disegnare il puzzle delle cinque serate sanremesi, da 4 al 9 febbraio. E così se è confermato da tempo che l’amico fraterno Rosario Fiorello sarà libero di scorrazzare e improvvisare sul palco dell’Ariston e che Tiziano Ferro sarà della partita per tutte e cinque le serate, cantando i suoi successi ma anche rivisitando evergreen del Festival, resta ancora da scoprire quante e quali saranno le donne che comporranno il cast di quest’anno e che racconteranno a loro volta storie di altre donne, per incarnare e dare spazio alle tante sensibilità femminili. E se si continua a discutere sulla possibile presenza della giornalista Rula Jebreal e sul fatto che possa intervistare Michelle Obama (o in alternativa a Oprah Winfrey), ecco che, come riferisce l'Ansa, nel toto-donne è spuntato il nome di Francesca Sofia Novello, la modella che ha conquistato il cuore del campione di motociclismo Valentino Rossi. Da settimane, poi, si fa il nome di Georgina Rodriguez, compagna di Cristiano Ronaldo, mentre viene data per certa la giornalista Diletta Leotta. Tra le giornaliste, che a questo punto diventano un piccolo plotone, dovrebbero esserci anche due volti molto amati del Tg1 come Emma D'Aquino e Laura Chimenti. Dulcis in fundo, resta Monica Bellucci, il sogno dichiarato di Amadeus.

Confermata la presenza di Roberto Benigni, vincitore del box office natalizio con “Pinocchio”, che ha annunciato lui stesso, ospite di Fazio, che non potrebbe mai perdersi la più grande festa italiana, e confermate le presenze degli inossidabili Al bano e Romina e di Salmo, si attende qualche nome internazionale.