Corona prova a far pace con la Berlinguer. Ma scivola di nuovo. Oggi ultima puntata con possibile sorpresa

"A Bianca Berlinguer voglio bene e le chiedo scusa in pubblico" dice l'opinionista montanaro. Ma poi si lascia andare e la accusa di averlo "epurato". E svela un retroscena. "La birra in tv? Ecco come è andata"

Corona prova a far pace con la Berlinguer. Ma scivola di nuovo. Oggi ultima puntata con possibile sorpresa

Prove di pace. Anche se contradditorie e sopra le righe, secondo il suo stile. Sono quelle di Mauro Corona, scrittore e opinionista montanaro del programma di approfondimento di Rai3 fino a una settimana fa, nei confronti di Bianca Berlinguer. Invitato a “Un giorno da Pecora” su Radio1, Corona tende un ramoscello di ulivo verso la conduttrice e giornalista con la quale una settimana fa c’è stata una rottura netta che ha portato alla cancellazione della sua partecipazione dalle ultime due puntate: “A Bianca Berlinguer voglio bene, le chiedo scusa in pubblico, a lei e agli italiani, se ho offeso qualcuno col mio linguaggio. Sono disponibile ad andare all'ultima puntata della trasmissione, per chieder scusa a lei e agli italiani”.

"A Bianca Berlinguer voglio bene e le chiedo scusa in pubblico"

Il gran finale di “Cartabianca” è stasera e a questo punto il dubbio sull’eventuale presenza di Corona è più che legittimo. Così come è certo che se lo scrittore alpinista ci sarà o meno lo scopriremo solo in diretta. Corona che aveva fatto inorridire la Berlinguer tracheggiando birra direttamente da una bottiglia mentre era in onda, ha spiegato il suo punto di vista: “Ho rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano. Bianca Berlinguer se l'è presa per quello che ho detto e ha pensato bene di epurarmi. Lasciamo stare Berlusconi e l'editto bulgaro, che di editti ce ne sono stati anche ora...”.

"Mi è dispiaciuto questo gesto che è una epurazione"

Quindi Mauro Corona, contraddicendosi in maniera evidente, da una parte chiede scusa, dall’altra attacca parlando di “epurazione”: “Mi sarebbe piaciuto fare le ultime due puntate, chiedendo scusa per le mie intemperanze. E comunque auguro alla trasmissione di andare avanti e bene, non ho rancori di nessun tipo. Mi è dispiaciuto molto di questo gesto che definisco di epurazione”. E spiega ciò che non gli è piaciuto della sua partecipazione a “Cartabianca”: “Avrei voluto esser utilizzato per raccontare i problemi della povera gente, della montagna, dei paesi che muoiono, la mia figura mi pareva più adatta a certi temi. È vero che la 'Bianchina' mi ha lasciato parlare ma non fino in fondo”. A queste sue rimostranze, in realtà, la stessa Bianca Berlinguer aveva già risposto martedì scorso, chiaraendo che Corona era invitato al programma per commentare l’attualità politica e che, d’altra parte, i temi nella ‘agendsa dello scrittore non occupano grande spazio nemmeno negli altri programmi di aprofondimento.

Il retroscena delle due telefonate

Poi Corona ha svelato un retroscena: “Domenica lei ha provato a chiamarmi e io le ho risposto una prima volta, un po' arrabbiato, e le ho detto che aveva già chiarito martedì scorso. Poi mi ha richiamato e non le ho risposto”. E qui siamo sempre nel campo delle contraddizioni perché se da una parte vuole fare pace, dall’altra continua a professarsi offeso e ad agire di conseguenza: “La Berlinguer mi parlava di chiarimenti, ma non mi ha detto nulla rispetto a una mia possibile presenza in trasmissione”.

Infine, l’episodio della birra. Ecco cosa ha detto a sua discolpa Corona: “Era in un sacchetto di carta, poteva anche non essere birra. Non ho bevuto per cinque anni, ora bevo qualche birra ma pare che io non faccia altro che alzare il gomito”.