Antonella Clerici, la grande esclusa dalla Rai: "Ecco cosa faccio se non mi sento amata"

Antonella Clerici, la grande esclusa dalla Rai: 'Ecco cosa faccio se non mi sento amata'
di Cinzia Marongiu   -

In questi giorni in cui le presentazioni dei palinsesti di tutte le reti generaliste si susseguono a ritmo serrato sono tanti i nomi dei promossi, dei bocciati e dei rimandati (forse) alla primavera prossima. Ma la Grande Esclusa è sicuramente una: Antonella Clerici, una delle conduttrici più brave e amate d’Italia, volto popolare e storico di Rai1 che grazie a lei per vent’anni ha conosciuto una leadership incontrastata nella fascia del mezzogiorno con “La prova del cuoco”, ma anche Festival di Sanremo da record e programmi di successo come “Ti lascio una canzone”. Stavolta invece Antonella è rimasta a bocca asciutta. Per lei nessun programma, salvo una striminzita serata Telethon (a titolo gratuito) e lo Zecchino d’Oro. Una presenza omeopatica del tutto ingiustificata tenendo conto del “peso” della conduttrice e anche del contratto che la lega alla Tv di Stato, che le corrisponderebbe circa un milione e duecento mila euro all’anno. La Rai sovranista, la Tv di Stato del governo giallo-verde, di quelli che tuonavano “fuori i partiti da viale Mazzini” può permettersi di tenere a casa una professionista di questo calibro? E, soprattutto, perché?

La direttrice di Rai1 Teresa De Santis, interrogata in proposito, ha tentato di minimizzare così: “Clerici è una figura storica della Rai. Ha sempre rischiato moltissimo anche su format non adatti a lei e non sempre ha avuto il massimo risultato. Abbiamo ragionato a lungo e lei mi ha dato ragione. Abbiamo in cantiere un progetto nella stagione primaverile dedicato a un racconto degli anni che ci sono stati e vorrei ringraziare le Teche Rai che sono una risorsa importante. Non c'è nessuna esclusione, vogliamo solo lavorare al meglio". Sarà, ma la spiegazione sembra insufficiente soprattutto alla luce del fatto che mentre in Rai c’è chi raddoppia (Mara Venier e Milly Carlucci, riconfermatissime a “Domenica in” e “Ballando con le stelle”, testeranno entrambe due novità in prime time) e chi viene retrocesso (Fabio Fazio da Rai1 a Rai2, con buona pace di Salvini) col rischio di lasciare l’offerta dell’ammiraglia nelle sole mani di Carlo Conti con “Tale e Quale Show” e in quelle della fiction, sembra incredibile che non si sia affidato un programma ad Antonella Clerici.

La conduttrice sembra aver scelto la strada zen pubblicando sul suo Instagram, proprio il giorno della presentazione dei palinsesti, l’immagine del gabbiano Jonathan Livingston con la questa eloquente didascalia: “Più alto vola il gabbiano e più vede lontano”. E in una risposta data a un follower a chiarito che la sua lontananza dal piccolo schermo non è stata di certo caldeggiata da lei. Poi in un’intervista al settimanale Oggi ha chiarito il suo pensiero: "Io fuori dalla tv? So di valere. Non voglio fare polemiche, ma neanche stare a casa". E ancora: "Non sono andata alla presentazione dei palinsesti Rai perché non avevo nulla da presentare. Questo non significa però che non lavorerò. Ho un contratto, sono una professionista eclettica, in grado di spaziare dal calcio alla cucina, dall'intrattenimento ai programmi di attualità, e in Rai si sa che il pubblico mi ama e mi apprezza. Fabrizio Salini, l'amministratore delegato, è molto attento ai conti, sono sicura che questa situazione di mia apparente incertezza professionale si risolverà presto in un modo o nell'altro".

La conduttrice ha aggiunto: "Una volta avrei creato magari una polemica, ora sono attendista. So che mi aspettano cose belle. Lo sento. Penso che al di là della politica esista solo una regola che sopravvive nel tempo: saper fare il proprio lavoro. Io so di saperlo fare. Poi il pubblico è sovrano, la gente a casa decide. Quando aspettavo Maelle venni estromessa dalla “Prova del cuoco” e il pubblico insorse… Quindi non credo che resterò a casa a non far niente. Io sono una fucina di idee e di proposte". E alla domanda se Mediaset le facesse un'offerta? Antonella Clerici ha risposto: "A me piacciono i progetti. E se penso ad “Amici” o a “C'è posta per te”, non posso che fare i complimenti alla tv commerciale. E poi adorerei il bancone di “Striscia la notizia” perché io non lavoro in tv: mi diverto in tv! E lì so che mi divertirei da pazza… Io ho un limite enorme. Una fragilità dirompente: devo sentirmi amata, e questo vale per tutto. Affetti come lavoro. Se non mi sento amata, vado altrove, ricomincio da capo, non mi accontento". Parole di grande sincerità, come sempre nel caso di questa professionista che sicuramente deve molto del suo successo proprio al suo saper essere "normale", una donna con tutte le sue fragilità ma anche con il suo buonumore contagioso e la volontà ferrea di andare avanti grazie alle proprie sole forze. E non c'è dubbio che lo farà ancora. In Rai o dove la porterà il cuore. Con una certezza: di sicuro il suo pubblico la seguirà.