A Miss Italia si parla di violenza sulle donne e di stalking. Ecco le 40 finaliste

L'8, il 9 e il 10 settembre in onda su La7 l'evento televisivo condotto da Francesco Facchinetti. In passerella anche le mamme

di Cinzia Marongiu

Un'edizione tutta al femminile non solo sul palco ma anche nel back stage, tra autrici, regista e naturalemnte Patrizia Mirigliani. Miss Italia numero 77 è ai nastri di partenza in quel di Jesolo dopo un anno di selezioni (ne sono state fatte ben 400 in giro per tutta Italia) e ben 12 mila ragazze iscritte. L'evento televisivo, anche quest'anno su La 7 e su La 7d, parte con due anteprime, prodotte dal Gruppo Eventi, condotte da Giulia Arena e in onda giovedì 8 e venerdì 9 settembre con duecento ragazze e una giuria tecnica che avrà il compito di selezionare le 40 finaliste. Coloro cioè che parteciperanno alla serata del 10 settembre condotta per la prima volta da Francesco Facchinetti. 

Appuntamento quindi alle ore 23:15 con l’arrivo delle miss e la presentazione davanti alla giuria (composta da Cinzia Th Torrini, Enzo Miccio, Rosanna Lambertucci, Pino Pellegrino, Veronica Maya, Maria Mazza, Elvia Grazi, Elisa D’Ospina e Federica Moro). A seguire una sfilata di pochi minuti per vederne ridotto il numero a 60. Quindi, nell’anteprima del giorno successivo, venerdì 9 settembre, si arriverà alle 40 finaliste.

Che poi sono le ragazze che vi proponiamo in questa galleria fotografica. Le stesse che Patrizia Mirigliani in un incontro con la stampa ha spronato così: “Dovete rispettare la vostra unicità. È il vostro punto di forza. Se vi rispettate, lo faranno anche gli altri e capiranno che non siete fragili. Siate ragazze serene, in equilibrio, in armonia. Rispettate il vostro carattere. Voi siete lo spaccato del mondo giovanile che va dai 18 ai 30 anni e siete voi che dovete raccontarcelo, non dovete uniformarvi a stereotipi che non esistono più e che non rispecchiano più le donne di oggi".

Da notare che tre ragazze "curvy", selezionate tra le 1500 che si sono messe in gioco, sono in finale. “È un'edizione di Miss Italia nella quale i momenti dedicati ai problemi sociali sono sempre in primo piano", ha aggiunto Patrizia Mirigliani. "Dalle iniziative con Equilibra sulla violenza contro le donne, che ha portato alla realizzazione di un libro di testimonianze, a quella con il Codacons contro lo stalking".

È anche un'edizione televisiva al femminile: oltre alla stessa patron, la regista, per la prima volta, è una donna, Giuliana Baroncelli accanto alla costumista Maria Sabato e alla coreografa Dalila Frassanito.

Patrizia Mirigliani ha espresso, inoltre, la propria soddisfazione per "l'accoglienza" di grande qualità riservata al concorso, negli ultimi quattro anni, da La7 e dalla città di Jesolo. "Ora, dopo un anno di lavoro con 12 mila ragazze iscritte e 400 selezioni organizzate con vera maestria dagli agenti regionali, l'attenzione è rivolta alla serata televisiva e alla nuova Miss Italia che riceverà la corona da Alice Sabatini. Sono entusiasta e curiosa della conduzione di Francesco Facchinetti, che rappresenta la scelta migliore in questo momento - ha detto - e ci affidiamo ottimisti alla nuova produzione del Gruppo Eventi di Vincenzo Russolillo, 'mio' agente in Basilicata, messosi in grande evidenza anche con un'altra iniziativa a Jesolo ovvero Casa Miss Italia".

La finale e il televoto - Per votare la propria miss bisognerà comporre il numero 894.100 da rete fissa, mentre si potrà votare da mobile, inviando un sms con il numero della propria miss, al numero 477.04.71. Nel corso della serata si procederà alla progressiva selezione delle 40 finaliste che diventeranno prima 20, poi 10, poi 5, poi 3 e infine due: una di loro sarà Miss Italia 2016. Alla votazione parteciperà per il 50% il pubblico tramite televoto, per il 30% la  giuria tecnica, presieduta dalla regista Cinzia TH Torrini (con Pino Pellegrino, Rosanna Lambertucci, Enzo Miccio, Federica Moro, Elvia Grazi, Veronica Maya, Elisa D’Ospina e Maria Mazza) e per il restante 20% una giuria artistica composta da Raoul Bova, Mara Venier, Vincenzo Salemme, la giornalista Anselma Dell'Olio e la Medaglia d’Oro di Rio Gregorio Paltrinieri, campione dei 1500 stile libero di nuoto.

Gli ospiti musicali saranno Lorenzo Fragola, Alessio Bernabei e l’artista comico Francesco Cicchella, l’imitatore di Massimo Ranieri. Non ci saranno vallette: il loro ruolo viene preso da un gruppo di ballerini.

Le miss si presenteranno in abiti da sposa di Maria Celli, quando in gara ne resteranno dieci. In cinque, invece, sfileranno con gli abiti da sera di Renato Balestra t e, una volta in tre, si sfideranno nella “gabbia” di Gianluigi Paragone. Vedremo le miss anche in bikini, ma non in una fase della gara, bensì in un momento di ‘celebrazione’ di questo indumento apparso per la prima volta 70 anni fa. In passerella sfileranno anche le mamme delle ultime due miss rimaste in gara, che sfileranno poco prima dell’elezione di Miss Italia 2016.

 

 

 

 

di Cinzia Marongiu