Addio a Conti, sfuma Bonolis: Maria e i due Fiorello si contendono la conduzione

L'idea di avere insieme Rosario e Beppe intriga moltissimo la Rai. Anche se le altre ipotesi non sono del tutto chiuse. E c'è da tenere conto della De Filippi

I quattro 'rivali' alla possibile prossima conduzione del Festival (Ansa)
I quattro "rivali" alla possibile prossima conduzione del Festival (Ansa)

Ora che Rai e Mediaset sono vicinissime, vicine come mai prima (al di là degli scenari politici che già avevano avvicinato i canali negli ultimi anni) e che lo share ha superato il 58% con il gran finale sanremese, è caccia al nome che dovrà ereditare i risultati record di Carlo Conti. Per tutto il Festival appena trascorso si è fatto un gran parlare di Paolo Bonolis, che piazzò il record di ascolti nel 2005 e per anni dominò incontrastato, fino all'arrivo dei numeri ancora più grossi fatti segnare dal debutto di Morandi come conduttore. Meglio ancora fece Pippo Baudo nel 2002, piazzando nel finale la stessa zampata con cui Conti ha chiuso in grande stile. Ma mentre il Carlo nazionale ribadisce che non ci sarà un suo poker sanremese (lo attende la reinvenzione dello Zecchino d'Oro, e poi chissà che altro), Mediaset chiarisce una volta per tutte che Bonolis non andrà in Rai. Per sua volontà: sarebbe libero di farlo, non ha contratto di esclusiva, ma la proposta ricevuta dal servizio pubblico per ora non lo alletta. Ergo: i giochi sono tutt'altro che chiusi. Ma ci sono tutta una serie di però da non sottovalutare.

Impossibile prescindere da Maria

Un altro sguardo retrospettivo al Festival ci riporta ad uno stuolo di giornalisti incondizionatamente proni a Maria De Filippi (cosa vuol dire azzeccare i format giusti, spegnendo le critiche di quelli che ti trovano poco simpatica e capace). Che si è limitata a rifare se stessa. Minimale, monotona, discreta. A suo modo competente. Metà del successo di questo Sanremo 2017 è suo, dunque perché non affidare a lei il prossimo? Di questo non si sa niente di ufficiale. Ma l'ipotesi rimane. "Disturbata" da un piano "c" che prende corpo: l'idea che alletta particolarmente la Rai è portare alla conduzione Fiorello. Tutti e due i fratelli, i Fiorelli, quindi. Il re della conduzione e il principe delle fiction nazional-popolari, Rosario e Beppe insieme. Sarebbe un gran colpaccio. Di roba che bolle in pentola, come si vede, ce n'è parecchia.