Ermal Meta e Moro sospesi. Arrivano Pippo Baudo e Franca Leosini

"La canzone ha i requisiti di un brano nuovo", sostiene il vicedirettore di Rai1, Claudio Fasulo. Ma il caso non è chiuso. Baglioni: "La cosa è seria, valuteremo"

Ermal Meta e Moro sospesi. Arrivano Pippo Baudo e Franca Leosini

Buona la prima e speriamo che duri. Il giorno dopo la serata inaugurale del festival di Sanremo targato Baglioni è tutto un complimentarsi per i risultati raggiunti: grazie alle scelte del direttore artistico e grazie alle ottime performance di Michelle Hunziker, Pierfrancesco Favino e certamente Fiorello. E i dati auditel suggellano il tutto, con un audience che registra il miglior risultato degli ultimi tredici anni.  "La prima serata ha superato il 52% di share, "a fronte di una media del 46% degli ultimi 15 anni, sottolinea il direttore di Rai Uno, Teodoli in conferenza stampa.

"Un festival di artisti ha fatto un'opera d'arte" 
Teodoli parla di un "Il festival di artisti che ha fatto un'opera d'arte, sia in termini di prodotto sia di ascolti". E in primis arrivano le parole di elogio per i protagonisti "per Baglioni che ha tessuto con maestria show e musica, per Hunziker e Favino, per Fiorello che ha dato il la'".

Baglioni scherza: "Il dado è tratto" - Il direttore artistico è entusista: "Sono felice per il risultato dell'ascolto. Senza grandi eroismi, siamo riusciti a riconciliare il festival con l'arte povera della canzone. All'inizio avevo detto che questo sarebbe stato non un festival nazional-popolare, ma popolar-nazionale, e credo che questo si capirà di più nelle prossime serate". Baglioni scherza ma non nasconde "le ansie della vigilia", poi sottolinea "l'aria tranquilla, rilassata, divertita anche nel dietro le quinte. Questo ci ha rasserenato e ci ha portato a divertirci, una pratica che io temevo fosse estranea a Sanremo". Niente "luogo del terrore", dunque "né mostro che spaventa, come lo dipingevano tutti". "Siamo molto soddisfatti - conclude il direttore artistico - per come sono andate le cose, per aver contenuto gli incidenti di percorso e perché le canzoni sono rispettate nella loro dignità. Sicuramente alla fine del festival avrò la mia personale graduatoria". 

L'affaire "Erma Meta-Fabrizio Moro": il caso non è chiuso
Nel frattempo, il primo Festival di  Sanremo del direttore/dittatore Baglioni ha avuto la sua bella gatta da pelare: Ermal Meta e Fabrizio Moro, tra i favoritissimi per la vittoria, rischiano l'eliminazione. I due sono stati sospesi dalla gara "in attesa di approfondimenti tuttora in corso. L'organizzazione del festival - d'accordo con il direttore artistico, Claudio Baglioni - ha deciso di sospendere l'esibizione dei due artisti, prevista stasera. Al loro posto - dopo un'estrazione a sorte alla presenza di un notaio - è stato designato Renzo Rubino, che doveva esibirsi domani. Non per plagio, come tradizione vorrebbe e come Baglioni si affretta a sottolineare in conferenza stampa. Il problema semmai è il ritornello della canzone, 'Non mi avete fatto niente', che risulta molto simile a un brano presentato a Sanremo Giovani nel 2016. Tocca al vicedirettore di Rai1, Claudio Fasulo, chiudere il caso "Non si tratta di un plagio; l'autore è lo stesso e il regolamento prevede la possibilità di campionare o usare stralci di altri autori, per un totale non superiore al 30%. Quindi la canzone ha i requisiti di un brano nuovo a tutti gli effetti". Ma in sala stampa diversi giornalisti fanno notare che ci sono delle violazioni al regolamento, come anche l'esecuzione pubblica del brano. "Il campionamento e lo stralcio sono contemplati dal regolamento", ribadisce Fasulo. Quanto alla "scomparsa" dal sito della Rai del link del brano "Silenzio", cantato da Ambra Calvani e Gabriele De Pascali due anni fa e firmato da Andrea Febo, coautore del pezzo di Meta e Moro, "è nella facoltà dei legali dell'autore chiedere di rimuovere dalla piattaforma web il link legato al brano. Ne è stata chiesta la cancellazione e lo abbiamo tolto". Qualcuno fa notare che il link è scomparso stanotte: "Dite sempre che la Rai è lenta, stavolta siamo stati veloci", risponde il vicedirettore di Rai1 con un sorriso. Alla fine Claudio Baglioni dichiara: "È una cosa seria, non è una cosa di secondaria importanza. Ne so poco ma oggi affronteremo la questione". Gli fa eco il direttore di Rai1 Angelo Teodoli: "Sicuramente valuteremo la questione in giornata anche con l'ufficio legale". Ma la tendenza sembra quella dell'"assoluzione".

La seconda serata: in arrivo Super-Pippo - Ci sarà anche Roberto Vecchioni al palco dell'Ariston questa sera. Il cantautore è stato invitato al festival da Claudio Baglioni come ospite. In scaletta anche il mago Forest, Franca Leosini con una gag insieme a Claudio Baglioni ("Con lei faremo qualcosa della quale dovremo penticene per tutta la vita") , Pippo Baudo a 50 anni dal suo primo festival, Sting e Shaggy che canteranno "Don't Make Me Wait" e poi Sting da solo farà un omaggio all'Italia con "Muoio per te" di Zucchero. Il Volo si esibirà con "Nessun dorma e poi omaggerà Sergio Endrigo con Canzone per te, poi con Baglioni intoneranno "La vita è adesso". Biagio Antonacci proporrà Fortuna che ci sei, e poi con il direttore artistico Mille giorni di te e di me.