Le pagelle della prima serata: promossi e bocciati. I nuovi tormentoni

C'è la dance e il twist, ci sono le ballad ad alta intensità e i nuovi tormentoni scaccia-tristezza. Le canzoni dei primi 12 cantanti in gara confermano la varietà della selezione fatta da Amadeus, che prima di ogni cosa cerca brani radiofonici, che possano imporsi per mesi nelle play list dei grandi network. E anche stavolta la missione sembra riuscita alla grande. Ma vediamo uno a uno i cantanti in gara.

ACHILLE LAURO: torace nudo, ricoperto di tatuaggi, pantaloni in pelle e il coro dell'harlem Gospel Choir alle sue spalle che balla con in mano la sua immagine. Un po' Sister Act, un po' rock'nr'roll. Achille Lauro, alla quarta partecipazione al Festival si conferma un grande performer. La sua "Doenica" è scanzonata e provocatoria, anche se l'effetto dejà vu un po' lo penalizza. Ma d'altra parte è impossibile fare sempre centro, anche nello scandalo. A proposito, la sua esibizione inisce con un auto-battesimo. Voto: 6,5  GUARDA L'ESIBIZIONE

YUMAN: voce soul, canzone difficile da cantare ma lui non sbaglia una nota. Al vincitore di Sanremo Giovani e alla sua straordinaria estensione vocale manca soltanto una canzone davvero all'altezza. "Ora e qui" è troppo classica. Voto 5,5  GUARDA L'ESIBIZIONE

NOEMI: elegantissima, fasciata in un lungo abito firmato Alberta Ferretti che le lascia la schiena scoperta, Noemi ha la canzone con più parole di tutto il Festival. Un crescendo esaltante di violini che lei con la sua voce potente e inconfondibile rende intensa. Voto 6,5  GUARDA L'ESIBIZIONE

GIANNI MORANDI: un grande come lui è per definizione extra-gara. Atmosfere Motown per un twist scatenato, tutto fiati e allegria. Vocalmente perfetto. "Apri tutte le porte", scritta per lui da Jovanotti e arrangiata da Mousse T cresce a ogni ascolto. Emozionatissimo, perché anche e soprattutto le leggende hanno un cuore.  E alla fine grida 'FantaSanremo', per la felicità dei partecipanti al fantagioco dedicato al festival. Voto: 7. Anche se in realtà ha già vinto, comunque e in ogni caso. Se non altro per essere qui, con il suo tutore e il brutto incidente alle spalle.  GUARDA L'ESIBIZIONE

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA: funziona al primo ascolto e si intesta il diritto di diventare uno dei nuovi tormentoni. Grande presenza scenica di Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina, coppia anche nella vita. Fanno partire la cassa, la loro "Ciao Ciao" è una hit che diventerà virale su Tik Tok e su Instagram. Tanto più che c’è pure il balletto. "Con le mani, con i piedi, con il culo, ciao ciao". Vedrete la canteremo tutti: voto 8  GUARDA L'ESIBIZIONE

MICHELE BRAVI: Intenso, pure troppo. Michele Bravi ti fa sentire il respiro e l’anima di questa canzone. Voce in primo piano. Lui spiega: "L'inverno dei fiori" è una dichiarazione dei tempi moderni". Di certo, è la sua rinascita dopo il brutto incidente che lo ha fatto precipitare in una dolorosa crisi. Anche lui urla "FantaSanremo" e i social festeggiano. Voto 7  GUARDA L'ESIBIZIONE

MASSIMO RANIERI: che il palco dell'Ariston sia stregato ormai non lo mette in dubbio più nessuno. Succede così che anche un gigante della musica come Massimo Ranieri, vero animale da palcoscenico, si faccia sfumare in gola le note più alte. Ma la classe e la potenza della sua "Lettera al di là del mare" che evoca il tempo in cui eravamo noi italiani a emigrare in cerca di speranza, è davvero fuori quota. Voto: superospite  GUARDA L'ESIBIZIONE

MAHMOOD E BLANCO: confermano i pronostici che li vedono in testa. Blanco con maglia a rete, Mahmood in giacca e maglietta. La ballad si intitola "Brividi" e li fa venire davvero. Le loro voci si impastano alla perfezione, contemponei come nessun altro. Voto 9  GUARDA L'ESIBIZIONE

ANA MENA: la popstar spagnola di 24 anni sbarca al Festival con "Duecentomila ore", un pezzo scritto da Rocco Hunt. Stivale rosso alla coscia, vestito paillettato a canotta. Brilla il look, ma non la canzone che comunque questa estate ci farà ballare. Voto 4,5  GUARDA L'ESIBIZIONE

RKOMI: arriva con un primato alle spalle che pesa, visto che il rapper ha messo a segno l'album più venduto di  quest'anno con "Taxy Driver". La sua "Insuperabile" è la quota rock di quest’anno e andrà fortissimo. Parte con grande energia e funziona. Voto 7  GUARDA L'ESIBIZIONE

DARGEN D'AMICO: la sua "Dove si balla" ti entra in testa al primo ascolto, ti fa venire voglia di ballare e potrebbe essere la grande sorpresa di questo Festival. Anche perché è molto meno leggera di ciò che sembra. "Fottitene e balla tra i rottami" canta con il suo incedere un po' dinoccolato.  Occhiali da sole, alla vorrei essere Vasco. Attenzione ai social perché i Ferragnez tifano per lui, amico del cuore di Fedez.  Voto 7,5  GUARDA L'ESIBIZIONE

GIUSY FERRERI: megafono in mano e atmosfere retrò. Giusy Ferreri abbandona i tormentoni estivi e si fa scrivere da Davide Petrella un brano più acustico e intimo, "Miele". Voto: 6  GUARDA L'ESIBIZIONE